Innovazione

Jojoba, dalla doccia ai motori

Un olio cosmetico utilizzato come combustibile; per di più pulito.

Jojoba, dalla doccia ai motori
Un olio cosmetico utilizzato come combustibile; per di più pulito.

La pianta della jojoba, da cui si estrae un olio dai molti usi.
La pianta della jojoba, da cui si estrae un olio dai molti usi.

L'olio di jojoba, finora utilizzato sul nostro corpo per profumare e prevenire l'invecchiamento della pelle, potrebbe finire nei serbatoi di auto e camion con motori diesel. Il gasolio, cioè, sarebbe sostituito con jojoba misto a metanolo, come già avviene con altri oli vegetali quali l'olio di semi di girasole, di papavero e di soia, già testati come potenziali carburanti. Alcuni test universitari, realizzati al Cairo e negli Emirati Arabi Uniti, hanno mostrato che utilizzando jojoba al posto del gasolio, i motori diesel ridurrebbero consumi e rumori, manterrebbero pressoché invariate le prestazioni, e sarebbero meno inquinanti. Con questa sostanza, infatti, si abbasserebbe il livello di fuliggine e di emissioni di mono e biossido di carbonio. Il jojoba, inoltre, non contiene zolfo: in questo modo, i cilindri dei motori non sarebbero esposti al potere corrosivo dell'acido solforico, presente invece nel gasolio. Gli ingegneri hanno anche verificato che, in presenza di alte temperature e pressione, l'olio di jojoba si mantiene chimicamente stabile.
Piantagioni a go-go. L'arbusto che produce la noce di jojoba può raggiungere 4,5 metri di altezza e vive, in media, più di 150 anni. Metà del volume delle sue noci è costituito da un olio non tossico che, quando brucia, rilascia moltissima energia. Utilizzarlo come combustibile significherebbe, però, avere a disposizione enormi piantagioni in ogni dove: l'arbusto di jojoba, cresce, però, sui terreni ricchi di sale, con clima torrido e nei deserti. La selezione sarà, dunque, “naturale”. In Egitto gli agricoltori hanno già iniziato a piantare questo arbusto con lo scopo specifico di ricavarne carburante.

(Notizia aggiornata al 17 marzo 2003)

12 marzo 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us