Innovazione

iPhone riconoscerà il proprietario dai battiti del suo cuore

iPhone ti riconosce dal tuo cuore!

Una delle ultime pubblicazioni di brevetto di Apple propone di individuare gli utenti che possono utilizzare l’iPhone attraverso il battito cardiaco e non più con i classici codici di accesso.

Il brevetto, intitolato S.E.H.R.M. (Seamlessly Embedded Heart Rate Monitor), descrive un sensore nascosto all’interno dello smartphone Apple in grado di individuare il segnale prodotto dal cuore. Secondo le ricerche di numerosi studiosi, i picchi prodotti dal cuore sono diversi da persona a persona, proprio come le impronte digitali e le retine oculari.

Sembra una cosa superflua, ma se lo si guarda dal lato della sicurezza e dell’identificazione univoca dell’utente che lo utilizza tutto ha un senso logico.

Ovviamente questa tecnologia se sviluppata non verrà applicata solo agli iPhone ma anche ad iPad, notebook e desktop prodotti a Cupertino.

Nel nuovo brevetto richiesto da Cupertino, si fa riferimento anche ad un altra idea brevettata circa un anno fa: un sistema in grado di riconoscere le emozioni di chi aveva tra le mani un iPhone da battito cardiaco ed un altra serie di funzioni vitali. Chissà se i due brevetti abbiano qualcosa in comune!

iPhone oltre ad avere un futuro come smartphone con il massimo grado di sicurezza nel campo della sicurezza dati, potrà avere anche un futuro nel campo medico? Una volta che lo smartphone di made in Cupertino può registrare il battito del cuore ed analizzarlo potrà anche registrare eventuali malfunzionamenti del nostro cuore e salvarci la vita?

Intanto vi chiedo: usereste l’accesso univoco al vostro smartphone?

10 maggio 2010 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us