Innovazione

iPhone 5 e nano sim. Apple gioca il jolly?

Se ne parla ormai da secoli...

di
Rumors su rumors. Le indiscrezioni sull’iPhone 5 - oggetto del desiderio di milioni di fan Apple in arrivo il prossimo 21 settembre - sono all'ordine del giorno. Nelle ultime ore si torna a parlare dell’alloggiamento per la nuova sim card e dello schermo.

"Tutte le novità del nuovo iPhone, serviranno a migliorare i prodotti Apple per la gioia dei nostri fan"

iPhone sì, iPhone no, iPhone bum!!!

si vocifera che il d-day sarà il prossimo 21 settembre

sulle funzioni innovative, sulla dimensione e lo spessore dello schermo e su ogni minimo dettaglio

“L’ottavo nano” delle Sim Card - Uno delle migliorie di maggior rilievo del nuovo device targato Apple è, senza ombra di dubbio, il passaggio dalle micro-sim alle nano-sim. Quest’ultime, infatti, riducono al minimo la plastica di “contorno” al microchip e di conseguenza anche l’ingombro stesso della scheda. Si calcola che la differenza di grandezza tra questi due standard si aggiri attorno al 40%. Se pensi che Apple ha lottato duramente affinché questo nuovo standard venisse riconosciuto a livello internazionale dalle varie compagnie telefoniche, allora è facile intuire che Cupertino punti decisamente sulle nano-sim.

Per il vostro bene - Apple, esattamente come per il dock a 19 pin, ripete insistentemente che tutte le novità presenti sul nuovo smartphone serviranno a migliorare l’esperienza di utilizzo del consumatore. Il dock, per esempio, dovrebbe permettere di posizionare un nuovo speaker nella base dell’iPhone, mentre l’adozione della nano-sim potrebbe portare diversi vantaggi con sé. Facendo risparmiare spazio, molto spazio, rispetto alle micro-sim - il sito francese nowhereelse mostra quale potrebbe essere l'impatto sulle dimensioni dello smartphone (guarda le immagini sopra e sotto). Una soluzione, però, che appare molto improbabile visto che tutti i competitor di Apple stanno presentando device sempre più "voluminosi" come il Samsung Galaxy S3. Lo spazio risparmiato con la nano-sim, quindi, dovrebbe essere impiegato per alloggiare hardware più potente e performante, permettendo allo tempo stesso di presentare uno smartphone leggermente più sottile. Niente male, insomma.

Schermo XXL - Dalla Cina, però, non volevano esser da meno rispetto ai francesi di nowherelse ed ecco allora arrivare la comparativa, con tanto di misure effettuate con il calibro, degli schermi dell’iPhone 4S e di quello che dovrebbe essere il suo successore. Il video (qui sotto) mostra uno schermo più lungo e dallo spessore più sottile, anche se mantiene inalterate le misure per quanto riguarda la grandezza. Insomma, una sostanziale dieta ingrassante che, però, non ha interessato tutto il “corpo” del nuovo melafonino.

Il video, infine, confermerebbe che l’iPhone 5 - o semplicemente iPhone (anche il suo nome resta ancora un mistero) - avrà uno schermo da 4 pollici di diagonale, come più volte annunciato. (sp)

iPhone 4S e iPhone 5 a confronto

7 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us