Innovazione

iPhone 4G: attenti a non rompere subito lo schermo!

Rompere lo schermo è più semplice!

Il nuovo iPhone 4G di cui si è tanto parlato, stupendo a vedersi, sembra avere qualche difetto: lo schermo che Apple dichiara essere ben 30 volte più resistente e 20 volte più rigido dei predecessori in realtà lo è solo nelle tasche! La società Fixyouri, specializzata nelle riparazioni di iPhone, iPad e iPod Touch ha dichiarato che seppur il vetro sia notevolmente più resistente, il design del nuovo smartphone di casa Apple rischia di compromettere i vantaggi del nuovo vetro, infatti, sul nuovo iPhone il vetro si trova in fondo alla parte superiore del telaio in alluminio mentre sul vecchio era incassato e protetto da una cornice cromata.

I tecnici della società Fixyouri hanno affermato che nel 95% della loro casistica: gli schermi si rompono non per torsioni e pressioni ma per cadute o impatti improvvisi. Il problema è che nel nuovo iPhone la lastra di vetro dello schermo non è protetta dalla cornice metallica ma poggia direttamente sopra, e questo rappresentare un rischio maggiore di rottura!

Per dimostrare quanto detto la società ha effettuato alcuni test sui gusci, ovviamente privi di circuiti, lasciandoli cadere da un’altezza di 1 metro. I risultati? Giudicate voi dalle foto!

Il risultato ovviamente ha il solo scopo dimostrativo anche perché l’altezza di caduta e l’inclinazione con cui avviene l’urto non è sempre la stessa! Fate molta attenzione a non farvi cader di mano il vostro nuovo iPhone potreste doverlo mandare in riparazione prima di quanto immaginate se non state attenti!

11 giugno 2010 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us