Innovazione

Intelligenza artificiale, il duello tra Musk e Zuckerberg

I due non si sono risparmiati stoccate verbali di opposte vedute in merito al progresso delle macchine: da una parte c'è una visione più cauta e pessimistica, dall'altra l'entusiasmo per le possibilità offerte.

Sulle loro visioni sono stati creati imperi finanziari e tecnologici: tutto si può dire di Elon Musk e Mark Zuckerberg, tranne che non sappiano vedere le cose in prospettiva. Le loro, però, appaiono diametralmente opposte, almeno su uno dei tempi "caldi" per chi si occupa di innovazione: quello dell'intelligenza artificiale e del suo futuro rapporto con l'uomo.

Facebook è uno dei principali investitori della Silicon Valley nel campo dell'intelligenza artificiale, in linea con il suo "papà" Zuckerberg che da sempre ha un approccio entusiasta verso il tema.

Una frecciata diretta. Sabato, durante una conferenza in streaming sul social network, Zuck ha detto di essere molto ottimista in merito all'intelligenza artificiale: «Non riesco a capire le persone che fanno i bastian contrari e disegnano questi scenari apocalittici» ha aggiunto. «È per certi versi un approccio molto negativo e credo sia piuttosto irresponsabile». Il riferimento chiaro era ad Elon Musk, che da anni mette in guardia contro le possibili derive negative e belligeranti di macchine sempre più avanzate, delle quali potremmo un giorno perdere il controllo.

La replica. Interpellato via Twitter sull'uscita di Zuckerberg, Musk ha risposto di aver trattato il tema dell'intelligenza artificiale insieme a Mark, ma che «le sue conoscenze in materia sono limitate». Un anno fa, Musk ha contribuito a fondare OpenAI, un'organizzazione il cui obiettivo è indirizzare l'evoluzione dell'intelligenza artificiale verso modalità positive per l'essere umano.

Un futuro a tinte fosche. Il milionario fondatore di Tesla e SpaceX è infatti convinto che il progresso dei robot condannerà l'uomo a divenire un essere irrilevante, o nella migliore delle ipotesi alla stregua di un animale domestico per gli androidi. L'unica via d'uscita è farsi cyborg, fondersi con le macchine per non restare indietro.

Per questo motivo Musk sta lavorando a interfacce che permettano al cervello umano di comunicare direttamente con i computer, un po' come avviene già ora per chi comanda arti robotici. Dal canto suo, Zuck ha sviluppato un maggiordomo robot, Jarvis, che è ormai diventato uno di famiglia.

27 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us