Innovazione

Intelligenza artificiale: computer supera il test di Turing

Un software inganna la commissione della Royal Society e supera il test di Turing: è la prova della prima intelligenza artificiale o l'omaggio al matematico perseguitato per la sua omosessualità?

Eugene supera il test di Turing: Eugene non è una persona ma un software e il test è stato ideato nel 1950 da Alan Turing per stabilire se una macchina (un software) sia in grado di pensare in modo autonomo. Se sia cioè indipendente dalla sua programmazione. In definitiva, se sia umana secondo quella scala così ben definita in una singola asserzione da Cartesio: penso, dunque sono.

Nessun software, per quanto brillante, era finora riuscito a superare la prova organizzata dalla Royal Society (la prestigiosa istituzione britannica), che consiste in una serie di domande che la commissione d'esame rivolge contemporaneamente a una persona e al candidato artificiale, senza averli davanti. Alle singole risposte viene assegnata una valutazione (umano, non umano): l'esame si considera superato se il software riesce a ingannare i giudici e farsi passare per "umano" in almeno il 30% delle prove. Eugene ha totalizzato il 33% di successi.

In effetti è una vittoria sul filo di lana per il programma ideato da Vladimir Veselov (Usa) e Eugene Demchenko (Russia), che per l'occasione hanno "configurato" il loro Eugene come un 13enne, forse per compensare le inevitabili lacune col modello di comportamento di un adolescente. Veselov e Demchenko sono veterani di questa specie di competizione e non solo, e si sono sempre piazzati molto bene, ma considerata la vittoria risicata la loro ultima creatura dovrà certamente sottoporsi ad altre prove.

Una curiosità nella curiosità: il test e l'annuncio sono avvenuti il 6 giugno scorso, a sessant'anni esatti dalla morte prematura di Alan Turing, probabilmente suicida a causa delle persecuzioni subite dalle autorità a causa della sua omosessualità, nonostante il ruolo determinante che ebbe nel corso della Seconda guerra mondiale, nella decrittazione dei messaggi cifrati dai tedeschi con la macchina Enigma. Le scuse del governo sono arrivate solamente nel 2009.

Androidi, transformer, simulacri e macchine biomimetiche: i robot del terzo millennio
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Androidi da Nobel

Faccia di Bambola

9 giugno 2014 Raymond Zreick
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us