Innovazione

Incidenti "più sicuri"

Un sistema automatico lancia l'allarme in caso di incidente in macchina.

Incidenti "più sicuri"
Un sistema automatico lancia l'allarme in caso di incidente in macchina.

Come si dirà aiuto in finlandese o in russo?
Come si dirà aiuto in finlandese o in russo?

Non c'è un posto “buono” per avere un incidente d'auto, ma alcuni posti sono peggio di altri. In un paese straniero, per esempio, cercare di spiegare al cellulare che ci si trova capovolti in un fosso senza conoscere la lingua locale, può ritardare in modo fatale l'arrivo dei soccorsi.
Per rendere più facili situazioni di emergenza di questo tipo, la Commissione Europea ha finanziato una ricerca per sperimentare un sistema denominato E-merge in grado di percepire automaticamente quando una macchina subisce un incidente e di inviare un messaggio di testo ai soccorsi utilizzando il linguaggio della rete telefonica locale.
Quando la macchina è “poliglotta”. E-merge è una scatola grande quanto un cellulare, situata sotto al cruscotto; il dispositivo viene attivato dallo stesso sensore che, in seguito ad un forte impatto, attiva l'airbag. Lo strumento comprende un circuito cellulare, un'unità Gps, un microfono e un altoparlante, e registra la gravità di uno incidente “leggendo” i dati di decelerazione dal sensore dell'airbag.
Tecnologia "Ammazza-privacy", ma utile. Utilizzando le informazioni Gps, poi, elabora in quale paese si trova la macchina e, di conseguenza, determina in quale lingua comporre un messaggio di allarme specificando la posizione precisa dell'incidente. Alcuni ritengono però che una tecnologia simile sia troppo lesiva della privacy, ma quando serve può essere davvero utile.

(Notizia aggiornata al 26 gennaio 2004)

24 gennaio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us