In volo nel Grand Canyon con Jetman Rossy

Jetman lo ha fatto un'altra volta: si è lanciato da un elicottero con le sue ali a reazione in uno spettacolare volo nel Grand Canyon

Jetman, al secolo Yves Rossy, lo ha fatto un’altra volta: il 10 maggio 2011, con le sue ali a reazione, si è lanciato da un elicottero in volo a 2.500 metri di quota sopra il Grand Canyon, in Arizona, e ha compiuto uno spettacolare volto di 8 minuti a oltre 300 km/h tra le gole più famose del mondo.
La sua performance si è conclusa in un elegante atterraggio con il paracadute sul fondo del Grand Canyon.
Svizzero, 51 anni, Rossy è il primo uomo al mondo ad aver volato per distanze significative con un wingpack, un’ala rigida legata alla schiena e spinta da motori a reazione.
Rossy non è nuovo a imprese di questo genere: il 26 settembre 2008 ha attraversato la Manica da Calais a Dover impiegando meno di 10 minuti.
"Il mio primo volo negli Stati Uniti rimarrà una delle esperienze più memorabili della mia vita" ha dichiarato ai media al termine dell’impresa, "non solo per lo spettacolare scenario del Grand Canyon ma per l’onore di aver volato sulle terre sacre dei Nativi Americani. Ringrazio Madre Natura e la Tribù degli Hualapai per avermi permesso di realizzare il sogno di una vita".

Vieni a conoscere Jeb Corliss, l'uomo che vola solo con... una tuta
10 Maggio 2011