Focus

Dagli abissi alle Alpi, il giro del mondo con Street View

Street view si tuffa sott'acqua e vi permette di nuotare nell'oceano. L'ultimo servizio delle mappe di Google offre infatti le panoramiche a 360 gradi delle barriere coralline più estese e ricche del Pianeta.
Ma navigando nella biblioteca virtuale di Street View è possibile compiere un immaginario giro del mondo in pochi minuti.
Guarda anche le foto più curiose delle occhiute automobili di Google
E non perderti il sito per navigare nel tempo

A mollo con le tartarughe marine di Heron Island, nella Grande Barriera Corallina Australiana, senza bisogno di indossare la maschera: da oggi è possibile, grazie alla nuova sezione "Oceani" inaugurata da Google Maps. Abbandonate momentaneamente le strade - dove peraltro il servizio è già efficiente, come hanno evidenziato gli ultimi, impietosi confronti con le mappe di iOS 6 fornite da Apple - le telecamere di Street View si sono tuffate negli oceani per mappare le meraviglie dei reef australiani, filippini e hawaiani.

Un video che presenta il servizio:

Il progetto, in collaborazione con la Catlin Seaview Survey (CSS), uno dei maggiori studi scientifici sulle barriere coralline, ha lo scopo di far conoscere al maggior numero possibile di utenti le bellezze dei fondali marini, per promuoverne la conservazione e i progetti di tutela. Il primo luogo mappato con oltre 50 mila scatti è stato la Grande Barriera Corallina australiana: le rilevazioni comprendono foto di luoghi mai studiati prima, per un totale di 2300 chilometri di reef documentati. Qui un incontro ravvicinato con una manta di Lady Elliot Island (Australia).

Non perderti la gallery dedicata alle mante

Le più belle foto di isole e atolli incontaminati (guarda)

Per l'occasione la Catlin Seaview Survey ha messo a disposizione una sofisticatissima fotocamera subacquea chiamata SVII che riesce a compiere sott'acqua quello che i dispositivi di Street View fanno all'asciutto. L'apparecchio, di cui esistono soltanto due esemplari al mondo, consente di realizzare panoramiche a 360 gradi a ritmo continuo, ogni 3 secondi, nuotando a una velocità di circa 4 chilometri all'ora. Le immagini sono quindi assemblate e rielaborate dai computer di Google in modo che chiunque, da pc, tablet o smartphone possa esplorare un dato tratto di fondale.

Sorridi, sei su Google: le foto più curiose di Street View

Per ogni immagine catturata vengono registrate la direzione della fotocamera e le coordinate geografiche in modo che ogni foto sia esattamente replicabile in un secondo momento (una caratteristica molto importante per gli studi scientifici che, per esempio, monitorano lo stato di salute di una particolare fetta di reef). Ma c'è di più: l'apparecchio si controlla interamente via tablet, cosa che semplifica non poco le procedure di download delle immagini e di cambio delle impostazioni.
Nella foto, Heron Island, nella Grande Barriera Corallina Australiana.

«Il più grande problema con gli oceani è che non sono a portata di sguardo; il 99% della popolazione non ha mai fatto un'immersione né mai la farà, e questo è un metodo efficace per rimediare» ha detto Richard Vever, Project Director della Catlin Seaview Survey. Nella foto, un dettaglio dei fondali delle Apo Islands, nelle Filippine.
Se siete pronti per un po' di snorkeling virtuale, "nuotate" sott'acqua con Street View.

Dalle profondità marine alle lussureggianti foreste dell'Amazzonia, dove le telecamere di Street View non potevano non arrivare. Gli utenti hanno la possibilità di navigare sulle acque del Rio Negro ma anche visitare i piccoli villaggi sparsi per la Riserva sudamericana, e i luoghi sotto la protezione del governo Brasiliano che generalmente non sono accessibili ai visitatori.

Stringete gli scarponi: il nostro giro del mondo continua con le più famose località sciistiche del pianeta. Rinfreschiamoci un po' con la neve di Whistler Peak, in Canada.

Per un paesaggio montano più vicino possiamo sempre concederci una gita sulle Alpi Svizzere: eccoci sulle rive del Lago Bianco, sulla tratta ferroviaria Albula/Bernina, Patrimonio Mondiale dell'Unesco e da molti considerata uno dei tracciati ferroviari più suggestivi al mondo.

Gli amanti del mare preferiranno queste vedute mozzafiato delle Hawaii. Come la spiaggia di Waik?k?, una delle mete turistiche più affollate.

Non poteva mancare una sezione dedicata ai patrimoni storici italiani. Qui ci troviamo alle Terme di Caracalla, ma altrettando spettacolari sono le vedute della Reggia di Venaria, in Piemonte, del Colosseo o della Basilica di Santa Maria del Fiore a Firenze.

Una boccata d'aria fresca: il giro dei parchi più belli e curati del mondo. I Kensington Gardens, a Londra, non potevano mancare.

Nella collezione dedicata all'Antartide, una foto delle bandiere nazionali di tutti gli esploratori che hanno messo piede al Polo Sud.

Cliccatissima la galleria di immagini delle meraviglie del mondo. Stonehenge è naturalmente in cima alla lista.

Guarda anche le meraviglie del mondo fotografate da satellite

Ogni esploratore che si rispetti annovera una tappa in ciascuno dei sette continenti. Ecco allora una serie delle più emozionanti vedute da ogni angolo della Terra.
Qui siamo tra i pinguini di Half Moon Island, in Antartide.

Per tutti gli appassionati di arte uno strumento imperdibile: Art Project, un servizio che permette la visita virtuale dei musei e dei luoghi di interesse artistico più famosi del mondo. Iniziamo da una passeggiata per la Galleria degli Uffizi, a Firenze.

"Chaos to Perfection", una visita virtuale della reggia di Versailles

Il museo dei quadri 3D che bucano la tela (guarda)

Voliamo in Oriente con una meta imperdibile per gli amanti dei templi buddisti: la Thailandia. Nella foto, il Grand Palace, il Palazzo Reale di Bangkok. Altri luoghi di interesse del paese a questo link.

Si respira l'aria frizzante delle idee che nascono tra le mura di Stanford (Palo Alto, California) e degli altri campus universitari più importanti del mondo.

Il discorso ai laureandi di Stanford tenuto da Steve Jobs: vai al video

Per finire un'incursione nei luoghi di interesse della Nasa: qui un incontro ravvicinato con lo Shuttle Endeavour, che proprio recentemente ha compiuto il suo ultimo viaggio sul dorso di un jet modificato (guarda le immagini).

Bianca Keybach, a capo dell'ufficio del turismo di Oberstaufen, in Germania, passa davanti a un gruppo di musicisti pedalando con un triciclo di Google Street View. Il comune bavarese è stato tra i pochi ad aver accolto subito con favore le telecamere della compagnia, in onore della quale è stata addirittura confezionata una speciale torta di benvenuto. Secondo la Keybach il servizio di immagini panoramiche, che da novembre ritrae anche alcune città tedesche, aiuterà i turisti a scegliere gli alberghi online e orientarsi per le strade una volta sul posto. Ma molti suoi connazionali non la pensano così. La Germania è stato il primo paese a negoziare con Google per permettere ai cittadini di proteggere la propria privacy prima della diramazione delle foto. E 250 mila tedeschi hanno già scelto di far oscurare le immagini della propria residenza.
Altre curiosità su Google Street View

[E. I.]

A mollo con le tartarughe marine di Heron Island, nella Grande Barriera Corallina Australiana, senza bisogno di indossare la maschera: da oggi è possibile, grazie alla nuova sezione "Oceani" inaugurata da Google Maps. Abbandonate momentaneamente le strade - dove peraltro il servizio è già efficiente, come hanno evidenziato gli ultimi, impietosi confronti con le mappe di iOS 6 fornite da Apple - le telecamere di Street View si sono tuffate negli oceani per mappare le meraviglie dei reef australiani, filippini e hawaiani.

Un video che presenta il servizio: