Innovazione

In Cina lancio in sordina per l’iPad

Accolto da con ore di attesa o lunghe code.

di
Il lancio cinese del nuovo iPad è stato un mezzo flop. A differenza del passato, quando il lancio di un nuovo prodotto Apple veniva accolto da orde di fan in attesa per ore ed ore di fronte agli Apple Store, questa volta le file sono state esigue o totalmente inesistenti.

"Credevamo ci attendessero ore di fila. Invece qui non c’è quasi nessuno"

Strana calma –

il lancio di un nuovo prodotto era accompagnato da interminabili file

Pre-ordini - Questa apparente calma è attribuibile al sistema messo su per l’occasione dalla casa di Cupertino. Per evitare che si ripetessero le scene di delirio popolare scatenate dal lancio dell’’iPhone 4S, la Apple ha previsto per la sola Cina un sistema di pre-ordine, che chiedeva ai clienti di manifestare il loro interesse all’acquisto del tablet prima che si recassero negli Apple Store per acquistarlo. In questo modo, oltre ad evitare il formarsi di file kilometriche, si evita anche il fenomeno del “bagarinaggio”, con clienti che acquistavano iPhone e iPad in gran quantità per poi rivenderli, a prezzi maggiorati, al di fuori del negozio.

Fan confusi - Anche i fan cinesi della Apple, comunque, non riuscivano a capacitarsi di quanto stava accadendo sotto i loro occhi. In fondo, anche loro erano abituati a dover fare file chilometriche prima di riuscire a mettere le mani sull’oggetto del loro desiderio. Questa volta, però, non è andata così. “Sono molto sorpreso che non ci sia affatto fila” afferma Sun Xufei, esperto del settore IT in attesa di fronte allo Shanghai Lujiazui Apple store assieme ad altre 20 persone circa. “Solitamente ero abituato a lunghe code, per questo sono arrivato con largo anticipo. Però, questa volta, è stato inutile”. (pc)

Gli Apple Store più suggestivi del mondo

22 luglio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us