Innovazione

In America il Primo Emendamento protegge i videogiochi

I videogiochi e la violenza

In America, come d'altra parte nel resto del mondo, da molti anni è in corso una battaglia ferrea che ha come protagonisti da un lato alcuni politici e dall'altro i videogiochi considerati eccessivamente violenti. Il punto della questione è molto semplice ed è quello di decidere se vietare o meno la distribuzione di alcuni titoli che, risultando poco adatti ad un pubblico giovane, potrebbero portare ad atteggiamenti a loro volta violenti o comunque considerati aggressivi.

Titolo che da sempre è da sempre al centro dei riflettori per tale problema è GTA il quale, nelle sue innumerevoli versioni, spinge il giocatore ad impersonare il delinquente di turno il quale ha come unico obiettivo quello di fare carriera a suon di rapine e sparatorie. Nonostante su ogni copertina sia ben presente il famoso PEGI il quale determina non solo l'età consigliata ma anche il motivo per il quale viene assegnato tale limite, alcuni Governatori in America fra i quali il tanto conosciuto Arnold Schwarzenegger avevano oramai dichiarato guerra alla distribuzione di questi giochi arrivando a minacciare con serie multe alcune aziende del settore.

Fortunatamente nella giornata di ieri il conflitto può essere dichiarato chiuso ed infatti niente meno che la Corte Suprema degli Stati Uniti, attraverso una documentazione di circa novanta pagine, ha giudicato la possibilità di vietare la distribuzione di un videogioco una violazione del Primo Emendamento della Costituzione in quanto non vi sono neppure le prove reali di una eventuale collegamento fra tali giochi ed il comportamento aggressivo degli adolescenti.

A questo punto ci chiediamo se, sull'onda di tale decisione, altre Nazioni riescano ad arrivare alla stessa conclusione evitando in questo modo di danneggiare il mercato di distribuzione videoludico attraverso il mancato arrivo di alcuni titoli o anche la loro parziale o totale censura.

Siamo curiosi a questo punto di sapere cosa possa succedere in Italia e nel caso vogliate approfondire l'argomento vi invitiamo a leggere l'interessantissimo editoriale presente su Upperpad.com

Mario De Rosa

28 giugno 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us