Innovazione

Impiantare fuel cell nel cervello contro l'epilessia?

Nuova cura per epilessia, paralisi e Parkinson?

di
Un gruppo di ricerca del MIT sta lavorando su speciali micro celle a combustibile alimentate dal glucosio presente nel nostro corpo. Impiantate nel cervello potrebbero curare epilessia, paralisi e Parkinson.

"Dall'ecologia alla medicina, boom delle celle a combustibile"

Una pila nel cervello -

gli scienziati del MIT una ne pensano e cento ne fanno

Celle curative - Queste speciali celle a combustibile sono incluse in un wafer di silicio. Ogni wafer ne contiene diverse e di varie dimensioni, la più grande è un quadrato di 64 mm. Impiantata a contatto con il cervello, questa mini centrale elettrica ospita anche una placchetta di platino che entra in contatto con il glucosio e, tramite una reazione chimica, produce cariche elettriche fino a 180 microWatt. Poca energia, ma sufficiente per alimentare dei piccoli stimolatori elettrici come quelli che i neurochirurghi da qualche anno utilizzano con buoni risultati per trattare malattie come il morbo di Parkinson, l'epilessia e alcune forme di paralisi.

Il futuro delle celle - Le fuel cell, a dire il vero, nascono per rispondere alle esigenze energetiche - sempre maggiori - della nostra società e, al contempo, per ridurne la dipendenza dai combustibili fossili. Quelle "tradizionali" sono alimentate con diversi tipi di combustibile. Come quelle che alimenteranno il nuovo data center di eBay: celle al metano, sì, ma con una efficienza di gran lunga superiore alla normale produzione di elettricità nelle centrali a gas. Ci sono poi una infinità di studi di frontiera che cercano fondono la ricerca sulle fuel cell con la biologia. Questa del MIT è solo l'ultima, recentemente si è parlato molto anche delle "lumache elettriche" dotate di fuel cell. (sp)

Sei scoperte per “diventare immortali”

29 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us