Innovazione

Il tessuto plastico che rinfresca la pelle

Ideato dall'Università di Stanford, si comporta come un mini condizionatore indossabile. Per abbassare la temperatura, senza bisogno di spogliarsi.

Nelle estati del futuro potremmo combattere l'afa... vestendoci: alcuni ingegneri dell'Università di Stanford hanno ideato un tessuto plastico che, se abbinato al normale cotone, riesce a disperdere il calore corporeo in modo molto più efficiente di quanto non facciano le attuali fibre sintetiche.

due fronti. Il nuovo materiale opera a due livelli: lasciando traspirare il sudore e i liquidi espulsi attraverso la pelle, come fanno i normali tessuti sportivi; ma soprattutto permettendo al calore che il corpo emette sotto forma di radiazione infrarossa di filtrare e disperdersi all'esterno.

È proprio questa seconda caratteristica a essere rivoluzionaria: abiti e coperte riscaldano proprio perché intrappolano il calore corporeo evitando che si diffonda all'esterno.

Quasi la metà del calore corporeo è dissipato all'esterno, sotto forma di una radiazione infrarossa che in parte si sovrappone alle frequenze della luce visibile. La maggior parte degli abiti non trasparenti trattiene quindi anche gli infrarossi, intrappolando il calore corporeo. Ma non il polietilene, il più comune polimero sintetico (usato nella pellicola da cucina).

Su misura. Questo materiale non assorbe gli infrarossi, che lascia passare all'esterno; è però trasparente e impermeabile all'acqua, caratteristiche che lo rendono poco adatto ad essere "indossato". I ricercatori hanno superato questi ostacoli utilizzando una versione di polietilene opaca alla luce visibile, ma che lascia filtrare gli infrarossi. Con l'aiuto delle nanotecnologie, hanno reso questo polimero anche traspirante.

Vestiti, che fa caldo. Tra due strati di polietilene modificato sono state poi inserite fibre di cotone: il nuovo materiale riscalda la pelle di appena 0,8 °C, contro i 3,5 di un tessuto in cotone. In futuro, potrebbe essere utilizzato nelle aree molto calde, come alternativa più sostenibile all'aria condizionata.

2 settembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us