Innovazione

Il robot gonfiabile si estende come un tentacolo

Imita i rampicanti per raggiungere i luoghi più pericolosi e inaccessibili. Si espande fino a 25 mila volte rispetto alla forma originale: potrebbe essere impiegato in future missioni di soccorso.

Dopo tanti robot ispirati agli animali, finalmente uno che imita piante e funghi. Questa macchina gonfiabile prende esempio dai viticci, dalle radici e dalle ife (i filamenti che costituiscono il corpo nascosto dei funghi, sviluppato nel suolo) per estendersi nell'ambiente circostante, aggirare gli ostacoli, aprire e chiudere valvole e cambiare direzione.

L'hanno creato i ricercatori delle Università di Stanford e della California a Santa Barbara, dopo aver osservato per alcuni mesi un'edera arrampicarsi su uno scaffale, in cerca di luce. In polietilene - lo stesso materiale dei sacchetti di plastica - il robot si gonfia con una pompa pneumatica fino a raggiungere i 72 m di lunghezza, il 25.000% in più delle sue dimensioni iniziali (28 cm).

Forzuto e flessibile. Tre "camere di controllo" distribuite lungo la sua struttura permettono, se gonfiate, di cambiare direzione, spostare leve, trasformarsi in uncino e sollevare oggetti di poco meno di 70 kg di peso: in situazioni di emergenza il robot potrebbe chiudere una valvola del gas, liberare una gamba dalle macerie o portare acqua e ossigeno a una persona intrappolata. Con la giusta pressione riesce persino a farsi largo in pertugi dove un braccio rigido non potrebbe arrivare.

Payload. Il robot-marshmallow può raggiungere una velocità di 35 km orari, tornare sui suoi passi (per aspirazione), filmare il suo percorso con una piccola telecamera e consegnare carichi come antenne, sensori e strumenti chirurgici. In dimensioni ridotte, potrebbe svilupparsi all'interno delle vene ed essere d'aiuto nelle operazioni o negli esami diagnostici.

Nel video qui sotto, pubblicato su Science, potete osservarlo in azione:

22 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us