Il robot-cane SpotMini ha imparato ad aprire le porte

L'ultimo video sulla creatura della Boston Dynamics mostra il quadrupede localizzare e abbassare una maniglia, spalancare una porta e tenerla aperta per un suo "amico". Si salvi chi può!

Potete decidere se esaltarvi o inquietarvi, ma difficilmente questo video vi lascerà indifferenti. SpotMini, il più evoluto cane robotico della Boston Dynamics (un laboratorio nato come spin-off del MIT e specializzato in macchine semoventi), è ora capace di aprire le porte con la maniglia, e di tenerle aperte per altri quadrupedi non altrettanto "avanti".

 

Ci riesce grazie al suo quinto arto articolato, sistemato dove un cane normale avrebbe la testa e dotato di una pinza per afferrare gli oggetti. Con questo strumento, il robot aveva già dimostrato di saper svuotare e riempire una lavastoviglie, senza rompere piatti e bicchieri.

Passa prima tu. Nel video qui sopra, SpotMini individua correttamente la porta, la apre e la tiene aperta per un suo compare ancora sprovvisto della quinta zampa. Non è la prima volta che una creatura della Boston Dynamics apre una porta: due anni fa ci era riuscito anche il robot umanoide Atlas, ma spingendo in modo brutale un uscio dotato di maniglione - un'operazione decisamente meno complessa.

 

SpotMini pesa 30 kg ed è alto 84 cm. Come il fratello Spot - la versione precedente - può fare le scale, muoversi su terreni accidentati ed esplorare i dintorni, ma in più è capace di afferrare gli oggetti grazie a una serie di sensori di navigazione, forza e posizione.

 

13 Febbraio 2018 | Elisabetta Intini

Codice Sconto