Innovazione

Il primo Jailbreaker di WP7 vince una T-Shirt!

Autore del jailbreak.

La storia che vi raccontiamo oggi ha quasi dell’incredibile e vede protagonisti il colosso di Redmund: Microsoft e la il team ChevronWP7.

Il primo protagonista, ovviamente non ha bisogno di grandi presentazione mentre per il secondo non tutti sanno che rappresenta un punto di riferimento per tutti coloro che hanno intenzione di effettuare il jailbreak del proprio dispositivo Windows Phone 7.

Voi tutti penserete che vi parleremo della solita battaglia legale ma non è così, infatti Microsoft ha accolto con molto interesse il team di ChevronWP7 regalando una maglietta molto particolare, praticamente unica nel suo genere.

Nell’immagine in testa potete vedere il rappresentante del ChevronWP7 con la fantomatica frase che riporta le seguente scritta: “Sono stato il primo ad effettuare il jailbreak di Windows Phone 7 e tutto ciò che ho ottenuto è questa disgustosa maglietta”.

Disgustosa o no, questa maglietta ha un significato molto importante soprattutto se regalata, come in questo caso da Brandon Watson (WP7 dev experience director).

Questo gesto rappresenta per noi un’apertura da parte di Microsoft molto interessante ma per il colosso di Redmund ottenere in così poco tempo la prima versione di jailbreak vuol dire che il loro nuovo sistema operativo piace e attira non solo l’interesse dei clienti ma anche quella degli hacker che generalmente è direttamente proporzionale all’aumento della clientela.

L’immagine spiega con quale naturalezza e simpatia è avvenuto l’incontro, ora non ci resta che rimanere in attesa di nuovi sviluppi chi sa se il team hacker non tiri fuori qualche coniglio dal cappello!

20 gennaio 2011 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us