Innovazione

Il primo album di Amper, un sistema di Intelligenza artificiale

Si chiama I AM AI ed è il primo album interamente realizzato da un sistema di Intelligenza artificiale.
Sarà il futuro della musica?

Il brano protagonista del video qui sopra si intitola “Break Free” e fa parte di I AM AI, l’album di esordio di un artista emergente di nome Amper.

Amper, che è musicista ma anche compositore e produttore, per realizzare il questo disco ha collaborato con la cantante Taryn Southern, una star di YouTube da oltre 500 milioni di visualizzazioni.

Ma se già non vedete l’ora di andare a un suo concerto per chiedergli un autografo, preparatevi a una delusione: Amper non è una persona, ma un sistema di Intelligenza Artificiale messo a punto da un team di ingegneri e professionisti della musica.

Il migliore. Pur non essendo il primo sistema di AI capace di creare musica, Amper è però di gran lunga il più evoluto.

I brani generati fino ad oggi dalle intelligenze artificiali devono infatti essere aggiustati e reinterpretati da musicisti umani mentre Amper, al contrario, non ha bisogno di alcun aiuto: si limita ad utilizzare gli input forniti dagli artisti in carne ed ossa, per esempio lo stile o la ritmica, e a trasformarli in accordi e melodie.

I AM AI è quindi il primo album interamente composto, suonato e prodotto dall’intelligenza artificiale. L'intervento di Taryn Southern si è limitato agli arrangiamenti e alla voce.

AI al servizio dell'arte. Drew Silverstein, uno dei papà del progetto, sottolinea però in un’intervista a TechCrunch come Amper sia stato progettato e realizzato per collaborare con i musicisti umani e non per sostituirli: «Vogliamo che la cooperazione tra artisti e AI spinga verso nuovi traguardi i processi creativi» spiega alla stampa.

Se volete provare la potenza di Amper potete registrarvi gratuitamente sul sito dell'azienda e metterlo alla prova.

Non è comunque la prima volta che l’intelligenza artificiale dimostra le proprie doti creative in ambito musicale: qualche tempo fa un’altra start-up londinese aveva messo a punto AIVA, un AI capace di comporre brani di musica classica.

2 settembre 2017 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us