Innovazione

Il Posidonia Festival di Formentera coniuga musica e ambiente

Nuova edizione di Posidonia.

Coniugare musica ed impegno ambientalista in un festival veramente ecocompatibile e ad impatto zero. È quello che cercano di fare gli organizzatori del Festival Posidonia, che prende il nome dall'alga sottomarina che contribuisce al mantenimento dell'ecosistema del Mediterraneo e di cui in questi giorni è stata presentata la terza edizione, che si svolgerà dal primo al 3 ottobre prossimi nell'isola spagnola di Formentera. Protagonista dell'evento di Sant Francesc sarà l''arte ma soprattutto la cultura del rispetto e della conservazione della natura.

Infatti, in occasione di quello che l'ONU ha dichiarato Anno Internazionale della Biodiversità, il Posidonia Festival ha deciso di non montare il palco principale, dove avevano luogo gli spettacoli musicali maggiormente "di massa". Questo nonostante la qualità "sonica" sia notevole: si andrà dal quartetto d'archi classico V.O. Quartet, che esegue tutte composizioni originali, ai gruppi di jazz progressivo The Lost Standars e Juan Belda quartet, la musica "vecchia contemporanea" multiculturale di Pedro Burruezo e i Boemia Camerata, l’inclassificabile Professor Globe e la Piccola Orchestra Gagarin (POG).

L'organizzazione del festival, inoltre, con l'obiettivo di portare avanti il messaggio di tutela ambientale che solo la musica sa trasmettere, promuove una nuova iniziativa musicale, fuori da Formentera, la settimana precedente quella del Posidonia Festival: si chiama Posidonia Off, si terrà dal 20 al 26 settembre e tenterà di connettere e riunire eventi che condividano lo spirito e il messaggio ambientalista e si svolgano nei paesi della neonata Unione per il Mediterraneo,che presto inaugurerà le sue nuove istituzioni a Barcellona.

10 giugno 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us