Il peggior incubo di un conferenziere

Powerpoint si impianta durante una presentazione pubblica. È l'incubo di ogni conferenziere. Ma c'è di peggio, come testimonia questa conferenza di TED.

Ogni conferenziere che si rispetti teme che il computer o il software con cui proietta le sue diapositive, si impianti e smetta di funzionare mentre parlano in pubblico.
Un incubo che chi utilizza il programma di presentazioni Powerpoint almeno una volta ha vissuto. Ma quanto accaduto a Colin Robertson è qualcosa di eccezionale. Robertson aveva 3 minuti per raccontare sul palco di TED il suo progetto di crowdsourcing dell'energia solare.

Che cos'è TED?
Per i non esperti, TED è un'organizzazione non-profit il cui scopo è "la diffusione delle idee", in particolare attraverso due conferenze internazionali che si tengono ogni anno a Long Beach (Usa) e a Edimburgo (Scozia). In queste occasioni a esperti, appassionati, scienziati e ricercatori vengono dati fino a 18 minuti di tempo per illustrare le loro idee al pubblico: le conferenze, videoregistrate, vengono poi messe online sul sito dell'organizzazione (Su Focus.it selezioniamo le migliori e le più interessanti).

Vero o falso?
La disavventura di

Robertson, però, non è reale. E non è neppure un escamotage degli organizzatori di TED per intrattenere il pubblico in caso di Spinning Beach Ball of Death (Palla da spiaggia rotante della morte, come viene chiamato in gergo il crash di un computer Apple).
Si tratta di una vera e propria sorpresa che gli organizzatori hanno voluto fare agli spettatori della conferenza di marzo. Hanno affidato lo spettacolo a improv everywhere, un collettivo di artisti che è specializzato in scherzi, flash mob e scene di caos nelle pubbliche piazze. Robertson non è un vero conferenziere, ma un attore.

14 Marzo 2012