Innovazione

Il Monte Everest e il problema delle toilette

I rifiuti umani sono troppi e bisogna trovare una soluzione.

Ogni anno moltissimi scalatori partono con destinazione Nepal per tentare la scalata al monte più alto del mondo: l'Everest. Finora le loro necessità biologiche finivano su cumuli di neve, ma gli ambientalisti non sono d'accordo e chiedono al governo la costruzione di toilette chimiche in modo da salvaguardare la bellezza della vetta più alta del mondo.

Tonnellate di rifiuti - Questo Paradiso terrestre - a ben 8848 metri d'altezza - rischia di diventare il cassonetto dell'immondizia più alto del mondo: anni e anni di spedizioni hanno lasciato tantissimi rifiuti, rovinando questo magnifico angolo del nostro pianeta. Il gruppo Eco Everest Expedition ha raccolto nel corso di tre anni 13 tonnellate di rifiuti, 400 chili di rifiuti umani e ben quattro cadaveri: un bottino che di sicuro ha migliorato le condizioni della vetta.

WC chimici - Per migliorare la situazione, Phinjo Sherpa, direttore del gruppo Eco Himal, sostiene che le migliaia di escursionisti che ogni anno intraprendono questa avventura sarebbero facilitati nel compito di proteggere la Natura se esistessero strutture adeguate, come per esempio delle toilette chimiche. Il problema, ovviamente, riguarda anche il livello di educazione tra gli sportivi. Se alcuni sono dotati di contenitori idonei, la maggior parte degli escursionisti ad alta quota non si cura della salute dell'Everest e cerca il primo cumulo di neve idoneo per liberarsi del "peso".

Lenta decomposizione - Un altro aspetto riguarda la lentezza della composizione. A queste altitudini, infatti, dove il freddo è veramente pungente, il processo naturale avviene con una maggiore lentezza e possono passare anche decenni prima della totale scomparsa del rifiuto, aggravando ulteriormente il problema. (sp)

Viaggi e avventura - Meraviglie della Terra

17 ottobre 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us