Innovazione

Il mio nome è iPhone, Apple iPhone

Apple dice no ai numeri.

di
Niente iPhone 5. Apple, come per la terza generazione dell’iPad, sembra intenzionata ad abbandonare l'ormai consueta numerazione progressiva anche per la sesta dell’iPhone. Il nuovo melafonino potrebbe, quindi, chiamarsi soltanto iPhone.

"La presentazione avverrà il 12 settembre e le vendite cominceranno il 21"
Stop ai numeri - Il primo modello si chiamava semplicemente “The iPhone” (con l’articolo determinativo a precedere il nome), poi è iniziata la successione 3G, 3GS, 4 e 4S con cadenza annuale. Il prossimo melafonino, in rispetto alla tradizione, avrebbe dovuto chiamarsi iPhone 5 ma Apple, secondo voci ben informate, si sarebbe stancata di questa corsa al rialzo e avrebbe deciso di abbandonare la solita numerazione, attribuendo un nome definitivo allo smartphone, che verrà poi rinnovato di anno in anno.

Il melafonino per antonomasia - L’idea non è una novità assoluta, anzi: ogni anno Apple lancia un nuovo computer, ma il nome del modello è sempre lo stesso, ovvero MacBook, e la stessa cosa fanno le case automobilistiche, che di tanto in tanto propongono un restyling delle loro ammiraglie, utilizzando sistematicamente lo stesso marchio. Nel frattempo, nomenclatura a parte, negli ultimi giorni in giro per il web hanno iniziato a circolare immagini - e perfino un video (guarda qui sotto) - del prossimo melafonino.

Come si monta un iPhone - Leggiamo dei più disparati rumors ormai da mesi e tutti sembrano concordare sul display da 4 pollici in 16:9, l’uso combinato di materiali ricercati come il vetro e l’alluminio e l’introduzione di un processore quad-core dalle performance senza eguali. Mancano, però, prove concrete a conferma di tutto questo: o, meglio, mancavano fino a pochi giorni fa, finché uno dei blogger del sito giapponese iLab Factory ha deciso di pubblicare una serie di scatti e un filmato, che ritraggono il processo di assemblaggio dello smartphone.

Stranezze sospette - Certo, l’indiscrezione arriva dal Giappone e non dalla Cina, oppure da Taiwan, paesi dove solitamente vengono prodotti tutti questi dispositivi, ma le forme, lo spazio per il nuovo connettore da 19 pin e le dimensioni del display sembrano proprio quelle giuste. I più scettici hanno, però, evidenziato un paio di stranezze presenti nelle foto, come la cornice in acciaio e il leggero dislivello che la separa dallo schermo, che sembrano così poco in linea con il classico design Apple.

Presentazione: 12 settembre - Se vuoi farti un’idea di come potrebbe essere l’iPhone (e basta) trovi il video di iLab Factory in fondo alla pagina. In ogni caso, se preferisci attendere l’annuncio ufficiale, non dovrai pazientare ancora a lungo: secondo il sito iMore, a Cupertino hanno organizzato un evento speciale per il prossimo 12 settembre. L’ipotesi è stata confermata anche da The Loop e, con ogni probabilità, la presentazione avverrà al solito Moscone Center di San Francisco. Insieme al nuovo melafonino, potrebbero inoltre esordire l’atteso iPad Mini e l’ennesima versione dell’iPod Nano.

Lancio: 21 settembre - Il giornalista di iMore si lambicca, poi, con un calcolo puramente statistico, che colloca il lancio commerciale dell’iPhone a 9 giorni di distanza dall’evento, cioè il prossimo 21 settembre. In effetti, trattandosi di un venerdì, la data sembra più che plausibile e le scadenze rispetterebbero quanto abbiamo già visto con il nuovo iPad e l’iPhone 4S. E il prezzo? Su questo punto nessuno si sbilancia ancora, ma c’è tempo e comunque, se sei davvero interessato, ti conviene iniziare a mettere da parte qualche euro nel salvadanaio. (sp)

GUARDA COME SI MONTA IL NUOVO IPHONE

31 luglio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 31,90€
Follow us