Il materiale più leggero del mondo

Un polimero metallico il cui volume è quasi totalmente vuoto: ci sta lavorando Boeing da alcuni anni, con l'obiettivo di costruire aerei sempre più efficienti.

microlattice-leggero
|HRL Laboratories/Boeing

La compagnia americana Boeing, colosso dell'aeronautica e del settore aerospaziale, ha sviluppato un materiale metallico cento volte più leggero del polistirolo, capace di rimanere in equilibrio sulla cima di un delicato dente di leone. La rete polimerica, battezzata microlattice, unisce solidità e flessibilità e potrebbe servire per progettare aerei a basso consumo.

 

99% aria. Per realizzare il microlattice gli scienziati si sono ispirati alla struttura delle ossa, la cui particolare composizione è garanzia di durezza ed elasticità. L'ultimo prototipo, frutto di un lavoro iniziato alcuni anni fa, si presenta come una trama metallica in tre dimensioni, composta da tubi di nichel interconnessi in modo ordinato. Ciascun cilindro è cavo al suo interno e, grazie a uno spessore di 100 nanometri, risulta circa mille volte più sottile di un capello umano.

 

La struttura spugnosa (detta a "a celle aperte") è costituita da spazi vuoti per il 99,99% del volume totale, il che conferisce al materiale una elevata resistenza alla compressione.

 

 

Aerei più leggeri. Come spiega la ricercatrice Sophia Yang di HRL Laboratories (di proprietà Boeing) nel video in inglese qui sotto, un piccolo quantitativo di questo materiale riuscirebbe a proteggere un uovo in caduta libera dal 25esimo piano di un palazzo.

 

In futuro, il microlattice potrebbe essere impiegato per costruire alcune componenti strutturali degli aeroplani, riducendone il peso e di conseguenza anche il consumo di carburante.

 

 

12 Ottobre 2015 | Davide Decaroli