Il lupo robot che difende le coltivazioni

Un robot a forma di lupo realizzato in Giappone tiene i cinghiali lontano dai campi. A basso costo e senza spargimenti di sangue.

Per difendere le piantagioni di cereali e verdure dall’assalto dei cinghiali, i tradizionali spaventapasseri servono a poco. Per questo motivo un’azienda giapponese ha realizzato Super Monster Wolf, un lupo robot così realistico da riuscire ad allontanare dai campi gli indesiderati ospiti in maniera assolutamente incruenta.

Sguardo feroce, ringhio selvaggio. Il robot si attiva al passaggio dei cinghiali grazie a speciali sensori: i suoi occhi rossi e fiammeggianti si accendono e un ringhio minaccioso fuoriesce dalle fauci. Al suino non resta che darsela a gambe e rinunciare alla scorpacciata di ortaggi.

Il lupo è stato sperimentato con successo nella prefettura di Chiba a partire dallo scorso luglio e i risultati sembrano incoraggianti. I contadini hanno registrato un sensibile calo negli attacchi dei cinghiali a tutto vantaggio dei raccolti.

 

Lupo eco-bio. Secondo quanto riportato dal network televisivo giapponese Ashai Tv, il robot è davvero ecologico: decorato con una pelliccia sintetica, è dotato di batterie ricaricabili ed è capace di produrre un vasto repertorio di suoni in modo da non permettere ai cinghiali di abituarsi.

Con un raggio d’azione utile di oltre un chilometro Super Monster Wolf è molto più efficace di qualsiasi recinzione elettrificata. E anche molto più economico: ogni esemplare costa poco più di 3.500 euro ma può essere noleggiato per soli 80 euro al mese.

 

12 Marzo 2018 | Rebecca Mantovani