Innovazione

Il gruppo San Pellegrino è verde

Stabilimenti alimentati da energia pulita.

La tipica rappresentazione mentale di fabbrica che ognuno di noi ha può variare per alcuni aspetti secondari da persona a persona, ma il fumo denso e nero che viene liberato nell'aria, e che non lascia dubbi sul livello di inquinamento prodotto, penso sia un punto fisso per tutti. Lo stesso non si può dire, però, per gli undici stabilimenti del gruppo Sanpellegrino, veri e propri esempi riguardo la relazione industria-energia pulita: ognuna di queste fabbriche è alimentata totalmente da energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili.

Una vera e propria rarità nel campo delle grandi aziende, le quali spesso sono più interessate al bilancio che al rispetto dell'ambiente e della natura. La sede di Milano e tutti gli stabilimenti Sanpellegrino dislocati in Italia saranno riforniti di energia elettrica verde, creata utilizzando fonti rinnovabili come Sola, vento e acqua: questa conversione è resa possibile dall'accordo con Edison e dall'acquisto di Certificati Recs (Renewable energy certificate system). Passando ai fatti, lo stabilimento di Garessio, in provincia di Cuneo, dove viene prodotta l'acqua San Bernardo, è alimentata al 100% da energia pulita, di cui gran parte proviene da impianti eolici; in quel di Pejo (Trento), invece, è attiva dal 2009 una caldaia a biomassa in grado di produrre energia termica dagli scarti agricoli e forestali del Trentino Alto Adige.

L'obiettivo della società è quello di investire nelle energie provenienti da fonti rinnovabili per ridurre i consumi prodotti dal riscaldamento, dall'illuminazione e dal raffreddamento: interessante e encomiabile metodo per unire obbiettivi finanziari al rispetto della natura.

Guarda i grattacieli più alti del mondo:

14 aprile 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us