Innovazione

Il fango tossico raggiunge il Danubio

La strage ambientale non si ferma.

L'ecosistema del fiume Marcal è stato distrutto dall'afflusso di fango rosso, scarto di lavorazione dell'alluminio, che lunedì s'è sversato dalla riserva di una fabbrica in Ungheria occidentale e ha provocato una vera e propria catastrofe ecologica. Oggi poi l'onda tossica ha raggiunto il Danubio, secondo fiume europeo per lunghezza, quindi la possibilità di una catastrofe senza precedenti nel nostro continente diventa sempre più concreta.

Questi drammatici annunci sono arrivati poche ore fa dal capo regionale della protezione civile magiara Tibor Dobson. Il Marcal è il corso d'acqua più vicino all'epicentro del disastro e, dal primo giorno, ha rappresentato una delle principali preoccupazioni per la protezione civile. Si tratta di un affluente del fiume Raba, che a sua volta si getta nel Danubio. L'ecosistema completo del fiume Marcal è distrutto, perché il tasso alcalino elevato ha ucciso tutto", ha spiegato il funzionario.

Tutti i pescisono morti e non si è riusciti nemmeno a salvare la vegetazione. Secondo Dobson, "il Marcal ha ricevuto la condanna a morte quando il fango rosso è arrivato attraverso il ruscello Torna". L'inquinamento, ha concluso, ha raggiunto a mezzogiorno il Danubio. Al momento non sono stati segnalati nel Raab e nel Danubio pesci morti.

8 ottobre 2010 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us