Innovazione

Il display a bolle laser

Un nuovo schermo tridimensionale permette di formare immagini sospese in un mezzo liquido, in cui i pixel sono singole microbolle generate attraverso la luce.

Siamo abituati a vedere immagini 3D "uscire" da uno schermo piatto: per apprezzare lo spettacolo dobbiamo però ricorrere a speciali occhiali o visori. Un gruppo di scienziati giapponesi ha pensato a un approccio diverso: partire da un display che sia già di per sé tridimensionale, e animarlo attraverso microbolle laser sospese in un mezzo liquido.

Disegno-scultura. Il risultato è un motivo grafico preciso e apprezzabile da ogni lato, che ricorda le sagome tratteggiate da bambini con il punteruolo. Solo che in questo caso, a generare le bolle - in gergo tecnico, i voxel, cioè pixel volumetrici - è il fenomeno ottico dell'assorbimento multifotonico: diversi fotoni vengono assorbiti in un punto preciso, dove il fascio di raggi laser viene direzionato.

Le bolle non sono create una ad una, ma seguono le istruzioni di un ologramma generato al computer. Il colore viene dato cambiando la fonte di illuminazione esterna, come un LED ad alta intensità o una lampada alogena.

Utilizzi. Lo schermo, necessariamente di grandi dimensioni, potrebbe in futuro essere utilizzato all'interno dei musei, sfruttato per studiare il corpo di un paziente prima di un intervento o, ancora, in ambito militare, per analizzare nel dettaglio il terreno di una missione.

26 febbraio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us