Innovazione

Il cellulare non prende? Indossa l'antenna!

Migliora molto la ricezione.

Il cellulare non prende? Nessun problema, la prossima frontiera della comunicazione wireless passa dall'atelier di un sarto: antenne radio cucite nei vestiti per aumentare la portata dei dispositivi mobile.

“Un sistema computerizzato permette il funzionamento congiunto di più antenne”

Taglia, cuci e trasmetti - L'obiettivo della tecnologia sviluppata dalla Ohio State University nasce da un'esigenza di stampo militare: migliorare l'affidabilità dei sistemi di comunicazione dei soldati. La situazione è già complicata di per sé e diventa difficile riuscire a muoversi con una certa agilità quando bisogna anche trasportare pesanti antenne al seguito. Perché non cucirle direttamente nei vestiti?

Lavoro di squadra - L'idea di integrare dispositivi di comunicazione negli abiti non è una novità, ma il sistema sviluppato dalla Ohio State, come spiega il professor Chen Chi-Chih del dipartimento di ingegneria elettrica e informatica, mette a frutto le ricerche precedenti potenziandole grazie all'aggiunta di un unico dispositivo di controllo computerizzato che permette a più antenne di lavorare insieme. Il risultato è un sistema in grado di ricevere segnali da tutte le direzioni, anche attraverso i muri o all'interno degli edifici, senza la necessità di antenne esterne.

iPhone 4 insegna! - Il professor John Volakis - presidente dell'ElectroScience Laboratory presso la Ohio State - spiega il funzionamento dell'antenna “indossabile” con una semplice analogia con i telefoni cellulari dove le antenne sono parte integrante del dispositivo. Ma, come insegna l'iPhone 4, quando il corpo viene in contatto con l'antenna sono possibili problemi di trasmissione. L'inconveniente viene risolto proprio dalla presenta di più antenne e dal sistema di controllo che rileva il movimento del corpo e attiva l'antenna che garantisce la migliore performance. Il costo stimato di queste antenne speciali applicate sui tessuti è di 200 dollari per persona, ma ovviamente il prezzo scenderebbe se fossero fabbricata su larga scala. (gt)

Silvia Ponzio

28 agosto 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us