Innovazione

Il 2011 inizia coi rimedi naturali contro gli effetti delle abbuffate festive

Cibi della tradizione giapponese

Con il natale e le feste, oltre ai regali e gli addobbi, sono arrivati pranzi e le cene con parenti e amici: in molti casi veri e propri banchetti, estenuanti preparazioni culinarie plasmate da mani esperte di nonne, mamme e zie già dalle prime ore del mattino, per assicurare cibo in quantità industriali ai tanti invitati. Esaurita la gioia del momento, se si ha esagerato, ci si ritrova appesantiti e spesso afflitti da problemi da consumo eccessivo di dolci, grassi o alcolici: per chi non ha patologie gravi le conseguenze si riducono ai fastidiosissimi mal di testa, bruciori di stomaco, nausea o sonnolenza.

Se vi siete concessi qualche strappo alla regola avete fatto benissimo, ma per ripartire con il carico di energia la cucina giapponese ci propone ottimi consigli, del tutto naturali e "sostenibili". Si tratta in particolare di due funghi giapponesi: il Maitake e lo Shiitake, definiti “elisir di lunga vita” da molti studiosi e nutrizionisti per le loro proprietà antitumorali, la stimolazione del sistema immunitario e per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

Esiste poi una pianta acquatica detta alga Klamath, che prende il nome dal lago omonimo dell'Oregon: questa specie vegetale disintossica l'organismo dalle scorie e dagli inquinamenti ambientali giornalieri, ed è ricca di vitamine, enzimi e aminoacidi. Insomma, i soccorsi naturali non mancano, ma bisogna anche ricordare che per vivere bene si ha bisogno di una corretta e sana alimentazione tutto l'anno e non solo della tisana depurativa post cenone.

Scritto da: Alice Ajmar

Photo credits: http://www.flickr.com/photos/mattmendoza/5114724755/

2 gennaio 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us