Guida allo shopping online senza fregature

Comprare i regali di Natale online è un ottimo modo per risparmiare e per evitare le code nei negozi. Ma per non incappare in truffe o più semplicemente in affari non così tanto convenienti è bene seguire alcune regole. 
 

3 trucchi per gli acquisti online. Grazie a motori di ricerca e comparatori di prezzo è possibile trovare le offerte più convenienti. Ma prima di comprare, ci sono 3 aspetti di cui tenere conto:
- Spese di spedizione. Potrebbero rendere il nostro acquisto molto meno conveniente. Spendete un po' di tempo a controllare bene le offerte: molti siti di e commerce, in questo periodo dell'anno, offrono la consegna gratuita dei beni ordinati.
- Ordini su siti stranieri. È bene controlalre da dove viene spedito il pacco e tenere presente che al momento dell'arrivo in Italia potrebbe essere richiesto il pagamento di IVA e tasse di importazione. Fate bene i conti.
- Prezzi troppo convenienti. Attenzione, prodotti con sconti clamorosi, magari del 60 o del 70% rispetto al prezzo di mercato, potrebbero nascondere una truffa. Comprate solo da siti noti e affidabili.

Evitare i sistemi di pagamento anomali. Quando si compra online è bene affidarsi esclusivamente a servizi di pagamento convenzionali e tracciabili come la carta di credito, il bonifico bancario o il trasferimento di denaro elettronico mediante PayPal.
 Assolutamente da evitare tutte le modalità “anomale” e che garantiscono di fatto l'anonimato a chi riceve il denaro, per esempio la spedizione postale di banconote o la ricarica di carte prepagate.
Se fate il vostro shopping su siti di aste o di annunci cercate di incontrare personalmente il venditore per accertarvi della qualità dei prodotti che intendete acquistare.

Niente PC pubblici. Evitate di fare i vostri acquisti da Internet Cafè e altri PC pubblici: non potete sapere chi ha usato quella macchina prima di voi e cosa ci ha fatto. Potrebbe per esempio aver inoculato un keylogger, un programmino da pochi bytes capace di intercettare ogni stringa di testo digitata sulla tastiera, comprese le vostre password e il numero di carta di credito.
Se proprio non potete fare a meno di usare PC così esposti assicuratevi almeno di uscire da tutti i vostri account (email, social network, conti correnti online) prima di lasciare la postazione.

Si può spegnere Internet? Sì, ecco come.

Attenti alle Wi-Fi pubbliche. Per lo stesso motivo evitate di fare acquisti con lo smartphone mentre siete connessi alle Wi-Fi gratuite di centri commerciali, ristoranti, hotel. Molto spesso queste reti non sono protette con sistemi di criptazione e qualche malintenzionato potrebbe riuscire a intercettare il vostro numero di carta di credito durante la transazione.
Se proprio non riuscite a resistere all'impulso dello shopping, assicuratevi che almeno il vostro browser utilizzi una connessione sicura in https e visualizzi il logo del lucchetto nella barra degli indirizzi (vedi foto successiva).

Lucchetto nell'indirizzo Assicuratevi che l'indirizzo della pagina web nella quale inserite i vostri dati personali e il numero di carta di credito inizi con https:// invece che http://. La “s” indica che la connessione tra il vostro computer e il server dell'esercente è criptata e quindi le informazioni che trasmettete non possono essere intercettate da terze parti con intenzioni fraudolente. In alcuni browser accanto all'https è presente anche un lucchetto.

Garanzie online. I prodotti acquistati via web godono delle identiche garanzie di legge previste per i prodotti acquistati nei punti di vendita fisici. Se il prodotto che avete comperato non soddisfa le vostre aspettative o avete semplicemente cambiato idea, avete 10 giorni di tempo per inviare una raccomandata al venditore nella quale gli comunicate la vostra intenzione di recedere dall'acquisto. Dovrete quindi restituire il pacco a vostre spese e attendere, entro 30 giorni, la restituzione della cifra pagata comprensiva di spese di spedizione.
Molti grandi operatori dell'e-commerce hanno però semplificato questa procedura e accettano la restituzione della merce semplicemente inviando un'email in cui si manifesta il desiderio di riavere indietro i propri soldi.

Password robuste = password sicure. In generale è bene tutelare la propria identità digitale con password robuste, cioè difficili da indovinare. A maggior ragione questo accorgimento va adottato per proteggere tutti i propri account  connessi a strumenti di pagamento: dai codici del conto corrente online a quelli di Pay Pal, alla password che inserite prima di autorizzare i pagamenti online con carta di credito.
Ma come si sceglie una password sicura? Qui vi proponiamo un modo semplice in 5 mosse per inventarne una complessa e ricordarla senza bisogno di segnarla da qualche parte (cosa che rende inutile ogni password).

Attenti al Phishing. Facciamo subito chiarezza: nessun operatore serio dell'ecommerce, dell'online banking o di qualunque altro servizio web vi manderà mai un'email chiedendovi di inserire da qualche parte le vostre credenziali di accesso al suo sito.
Se avete ricevuto comunicazioni di questo tipo dalle Poste, dalla vostra banca, da Pay Pal o da altri siti noti si tratta sicuramente di phishing. È una tecnica di truffa online ben collaudata che prevede l'invio agli utenti di false email identiche nella grafica e nei contenuti a quelle normalmente inviate da servizi web esistenti. Quando l'utente clicca sui link contenuti in queste comunicazioni atterra su siti truffa identici a quelli veri dove inserisce le proprie credenziali di accesso che vengono così registrate dai truffatori.
Non credeteci. E nel dubbio contattate il gestore del sito web.

Proteggette lo smartphone. Proteggete smartphone e tablet con una password d'accesso e impostate la possibilità di disattivarlo e cancellarne il contenuto da remoto in caso di furto o smarrimento
Un malintenzionato che entrasse in possesso del nostro dispositivo potrebbe infatti utilizzare la nostra email per recuperare con una certa semplicità le credenziali d'accesso al nostro conto PayPal o al nostro home banking, con le costose conseguenze del caso.

Tenete sotto controllo gli estratti conto. Non aspettate la fine delle feste per controllare il saldo di conti correnti e carte di credito: fatelo con frequenza, prima che sia troppo tardi. E attivate i servizi SMS che vi avvisano di tutti i movimenti di carta e conto.

Denunce tempestive. Se pensate di essere stati truffati online non perdete tempo: contattate la banca per bloccare la carta di credito e sporgete denuncia alla Polizia Postale. In questo modo eviterete che l'eventuale truffatore possa imperversare sul vostro conto corrente.

Attenti alle truffe della solidarietà. Aiutare i bambini, le popolazioni colpite dalle guerre, l'ambiente: i motivi per fare beneficenza in questo periodo dell'anno sono tanti e tutti validi. Ma attenzione alle fregature: per effettuare una donazione online alla nostra causa preferita è bene collegarsi esclusivamente al sito ufficiale delle organizzazione che la patrocina, evitando intermediari o siti dall'indirizzo sospetto.

I La mail, insospettabile, sembra provenire da Amazon, eBay o altri noti siti di e commerce. E vi annuncia che a causa di un disguido il vostro ultimo ordine (non meglio specificato) non è andato a buon fine. E quindi invita a cliccare sul link, inserire le vostre credenziali di accesso (o le coordinate del conto corrente) per ricevere il rimborso. Non fatelo: è una truffa architettata da qualcuno che vuole impossessarsi dei vostri dati.
In caso di indisponibilità della merce i veri siti di e-commerce si limitano ad avvisarvi e riaccreditarvi l'importo pagato sulla carta di credito o sul conto PayPal. E in caso di dubbio contattate il servizio clienti chiedendo spiegazioni.

3 trucchi per gli acquisti online. Grazie a motori di ricerca e comparatori di prezzo è possibile trovare le offerte più convenienti. Ma prima di comprare, ci sono 3 aspetti di cui tenere conto:
- Spese di spedizione. Potrebbero rendere il nostro acquisto molto meno conveniente. Spendete un po' di tempo a controllare bene le offerte: molti siti di e commerce, in questo periodo dell'anno, offrono la consegna gratuita dei beni ordinati.
- Ordini su siti stranieri. È bene controlalre da dove viene spedito il pacco e tenere presente che al momento dell'arrivo in Italia potrebbe essere richiesto il pagamento di IVA e tasse di importazione. Fate bene i conti.
- Prezzi troppo convenienti. Attenzione, prodotti con sconti clamorosi, magari del 60 o del 70% rispetto al prezzo di mercato, potrebbero nascondere una truffa. Comprate solo da siti noti e affidabili.