Innovazione

I cammelli inquinano troppo: abbattiamoli

Succede in Australia contro l'inquinamento.

Questa è la quantomeno discutibile e stravagante proposta lanciata dall'organizzazione Northwest Carbon in Australia: la produzione di metano di questi imponenti animali sarebbe in contrasto con gli sforzi effettuati dal governo per ridurre l'effetto serra e l'inquinamento prodotto. Così, ora che anche gli ambientalisti hanno dato (incredibilmente) l'ok, sembra che questo vero e proprio sterminio ingiustificato possa compiersi.

Ogni esemplare di cammello, e in Australia ce ne sono più di un milione, produce una quantità di metano pari a una tonnellata di anidride carbonica all'anno, ovvero un quarto dell'inquinamento prodotto da un'auto che percorre 20mila km l'anno; ma questa presa di posizione sembra una giustificazione per togliere dalla faccia del continente questo mal sopportato mammifero. Infatti, se in un primo tempo, nell'800, erano stati importati per il trasporto di merci pesanti, con il passare del tempo i cammelli si sono creati una cattiva nomea arrecando danni alle piantagioni, si parla di una tonnellata di vegetazioni all'anno per singolo esemplare, e spaventando, inconsciamente, la popolazione locale. Oltretutto, come in un film western in chiave moderna, il tutto verrà eseguito con sessioni di tiro al bersaglio da parte di "tiratori scelti specializzati nel benessere degli animali" a bordo di elicotteri o fuoristrada.

Dietro a questa operazione per ridurre la produzione di anidride carbonica del Paese, ci sarebbero anche ingenti guadagni per i produttori di cibo derivato dai cammelli. Insomma, alla fine, in Australia, per salvaguardare la Natura, ci guadagnano tutti tranne la Natura stessa. (gt)

10 giugno 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us