Innovazione

I cambiamenti globali in un time-lapse

Ricercatori di Google e dell'Università di Washington hanno messo a punto un metodo per creare time-lapse partendo dalle foto in rete. Potremo così visualizzare come cambiano i luoghi nel tempo.

Alcuni ricercatori di Google e dell'Università di Washington sono riusciti a sfruttare la popolarissima tecnica fotografica del time-lapse per sviluppare un metodo innovativo per lo studio del cambiamento dei paesaggi.

CHe COSA HANNO FATTO. Hanno raccolto 86 milioni di immagini pubblicate su internet suddividendole tramite software in base a luoghi turistici e di interesse storico o paesaggistico. Le hanno poi messe in ordine cronologico e applicato la cosiddetta "stabilizzazione geometrica", ovvero una manipolazione del punto di osservazione che ha permesso di rendere sovrapponibili i soggetti fotografati.

Da qui è bastato unire le immagini in sequenza per ottenere dei time-lapse che mostrano chiaramente come i paesaggi sono cambiati nel tempo: un ghiacciaio che si ritira, la costruzione di un grattacielo, una cascata che cambia il suo corso, la restaurazione di un edificio storico.

Il mondo in un time-lapse. Nel video vedete solo alcuni esempi del lavoro dei ricercatori, ma in realtà le sequenze create sono state quasi 11 mila. «La portata e l'ubiquità di questi time-lapse estratti dalla rete creano un nuovo paradigma per la visualizzazione dei cambiamenti globali. Con l'aumentare delle foto disponibili online, questi time-lapse mostreranno cambiamenti più drastici in periodi di tempo più lunghi» scrivono gli autori dello studio.

Vedi anche

21 maggio 2015 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us