Innovazione

Le Google Maps ritrovano la strada dell'iPhone

Gli utenti dell’iPhone le chiedevano a gran voce e sono finalmente tornate: le mappe del colosso di Mountain View sono nuovamente scaricabili gratuitamente dall’App Store e pronte a guidarvi ovunque. Le Apple Maps, purtroppo, hanno ancora un po’ di strada da fare prima di riuscire a portarvi a destinazione senza intoppi. Guarda il video!

Sarà stato il polverone sollevato dalla Polizia australiana che metteva in guardia i possessori di iPhone e iPad che le mappe di Apple “mettevano a rischio la loro vita” mandandoli decisamente fuori strada, sarà che Tim Cook - CEO di Apple - ha ufficialmente ammesso l’errore, saranno state anche tutte le lamentele piovute sulla testa di Cupertino da parte dei fan… sta di fatto che le Google Maps tornano a furor di popolo sull'App Store.

Sani e salvi a destinazione
I requisiti? Un iPhone con il sistema operativo aggiornato a iOS 5.1 (insomma dal modello 3GS in poi). Le mappe di Google funzionano anche su iPod Touch (4° generazione) e iPad sebbene non si tratti ancora delle versioni ottimizzate. Tra l’altro, come racconta orgogliosamente Daniel Graf sul blog ufficiale di Google, le nuove mappe si presentano all’appuntamento con qualche novità in più rispetto alla versione “sfrattata” da iOS 6 lo scorso settembre. L’applicazione è stata completamente riprogettata per offrire più spazio sullo schermo e una maggiore velocità nel caricamento delle viste in 2D e 3D. Le Google Maps, per il resto, non hanno bisogno di grandi presentazioni: includono oltre 80 milioni di esercizi commerciali e luoghi di interesse, c’è il navigatore vocale che vi accompagna passo passo a destinazione, informazioni in tempo reale sullo stato del traffico per “bypassare” potenziali ingorghi, a cui si aggiungono quelle sui mezzi pubblici nel caso decidiate di lasciare la macchina in garage.

Mapsgate e gli errori di Apple
Se vi state chiedendo come mai le Apple Maps non funzionano come dovrebbero, la spiegazione è molto semplice: Apple si è buttata nel mondo delle mappe impreparata. È vero che la cartografia si basa sulle affidabili mappe di TomTom, ma l’applicazione è sviluppata da Cupertino. Apple, insomma, non è Google, non dispone di una flotta di auto che, dall’ormai lontano 2005, scorrazza per il mondo per alimentare un servizio come Street View e che, all’occorrenza, apporta miglioramenti alla cartografia. Oppure di un servizio come Google Map Maker che coinvolge gli utenti nella ricerca di eventuali errori nelle mappe. Tutti sbagliano, anche Apple, e a pagarne le spese è stata l’immagine del colosso di Cupertino che ne è uscita malconcia e Scott "iOS" Forstall, ossia l’ex capo dello sviluppo del sistema operativo e delle mappe che, per questo autogol ci ha rimesso il posto di lavoro.

13 dicembre 2012 Silvia Ponzio
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us