Innovazione

Google e Luxottica insieme: e i Glass diventano made in Italy

Accordo tra il gigante di Mountain View e l'italianissima azienda leader degli occhiali. Che siano Ray Ban, Oakley o proprio a marchio Luxottica, la prossima versione dei Google Glass avrà anche un vestito italiano.

Tecnologia di casa Google e design italiano: ecco come saranno i Google Glass che finalmente si potranno acquistare liberamente, senza bisogno di chiedere il permesso, come avviene ora, a Mountain View.

I due giganti (Luxottica è il maggior produttore al mondo di occhiali e detiene numerosi marchi famosi) hanno annunciato un accordo che prevede la reciproca collaborazione per produrre la nuova versione di Glass (la terza, stando a quanto si vede indossare ai più fortunati).

Già all’esordio, i Google Glass non erano male: montatura sottile, lenti non obbligatorie, totalmente senza fili e perfino, nella primissima versione, sprovvisti di auricolari. La scelta era caduta in favore della meno invasiva (e meno performante) conduzione ossea del segnale acustico.

Aggiornati dopo un anno (e ora anche più vicini a tutti i nostri computer) hanno aggiunto un paio di auricolari (da inserire se necessario).

Quasi totalmente a comando vocale, se si eccettuano il tasto on/off e una limitata porzione di stanghetta touch, sensibile allo sfioro, i Google Glass dovrebbero, secondo gli ultimi rumors, essere in vendita in Usa tra aprile e maggio.

Ignoto il prezzo, anche se pare più basso della versione da 1.500 dollari destinata agli sviluppatori. Resta da chiedersi quanto costeranno in versione brandizzata Luxottica… o forse Ray Ban o Oakley (quelli “di matrix”), due marchi una volta “made in Usa” e oggi tutti sotto l’ombrello della stessa, italianissima, azienda.

Nel frattempo, i tentativi di “occhializzare” gli utenti sono già appannaggio dei produttori di tv (da Sony, a Lg, passando per Panasonic e Samsung) e di mostri sacri della tecnologia come Epson. Il leader nelle stampanti e delle previsioni meteo sono alla seconda generazione dei loro occhiali Moverio, i BT-200.

Molto meno cool dei Glass, con un dispositivo touch collegato da un filo dedicato al controllo, sono gli unici binoculari, coi loro due proiettori capaci di visualizzare il 3D nativo (senza bisogno di un tv 3D come sorgente) e sembrano destinati a un pubblico quasi esclusivamente professionale.

25 marzo 2014 Carlo Dagradi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us