Innovazione

Google e la pubblicità nel frigorifero

E se un domani il vostro frigo vuoto vi desse suggerimenti sul prossimo cibo da acquistare? La strategia di advertising di Google potrebbe muoversi verso nuovi, inaspettati dispositivi immobili, come termostati e frigoriferi.

Gli annunci pubblicitari del futuro potrebbero essere più molesti di quanto immaginiamo. In una lettera alla Securities and Exchange Commission, l'ente federale statunitense che vigila sulla borsa valori (l'equivalente della nostra Consob) il colosso di Mountain View ha spiegato perché non sente l'esigenza di svelare agli investitori la portata dei suoi profitti sui dispositivi mobili. Svelando, per l'occasione, anche qualcosa sulle sue prossime mosse in fatto di advertising. Il contenuto della lettera è stato reso noto martedì e nella sostanza dice: aspettatevi i nostri annunci pubblicitari ovunque.

Hai sete? Prova questa nuova bibita!
Secondo Google sarebbe "fuorviante" fornire agli investitori una stima sugli incassi derivanti dalle inserzioni perché la definizione di dispositivi mobili è in continua evoluzione e sta cambiando molto velocemente: «Ci aspettiamo che gli utenti in futuro useranno i nostri servizi e vedranno i nostri annunci su una gamma sempre più variegata di device» si legge nella lettera «da qui a qualche anno, noi e altre compagnie potremmo trasmettere annunci e altri contenuti su frigoriferi, cruscotti delle auto, termostati, occhiali e orologi, solo per citare alcune possibilità».

L'annuncio sembrerebbe chiarire perché Google sia sempre più interessato all'Internet delle cose e si stia spostando su oggetti apparentemente estranei dal comune concetto di mobile come occhiali, orologi, e persino lenti a contatto.

Sempre quest'anno è avvenuta, da parte di Big G, anche l'acquisizione di Nest, azienda produttrice di termostati "smart". Che siano queste le prossime piattaforme di advertising della compagnia californiana? Per ora, entrambi i diretti interessati smentiscono. Nest non sembra avere un modello di termostato compatibile con inserzioni pubblicitarie né sembra interessato a progetti di questo tipo. Staremo a vedere.

Ti potrebbero interessare anche:

Google, i nostri nomi e le nostre facce nelle sue pubblicità
Google Glass legge i codici a barre
10 falsi miti sui Google Glass
10 cose che forse non sai su Google Maps e Earth

Che gadget ti metti? Tutte le novità del wearable tech
VAI ALLA GALLERY (N foto)

La segnaletica del futuro
VAI ALLA GALLERY (N foto)

22 maggio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us