Innovazione

Google ChromeBook sbarca sul mercato, vediamo com'è!

Semplici e veloci.

Il giorno dopo la presentazione di ChromeOS a Los Angeles, di possono già trovare le prime recensioni del giocattolo più atteso del momento, ovvero il Google ChromeBook. Il portatile, concepito per la navigazione web e l'utilizzo di applicazioni basate su Cloud Computing, si presenta con grande semplicità ed eleganza. Sarà un successo? Per ora non è noto il numero di ordini ricevuti da Google, ma possiamo sempre farci un'idea guardando quali sono le principali caratteristiche!

Esteticamente, il computer colpisce per la sua semplicità ai limiti dello zen. La superficie nera opaca è davvero bella e la tastiera semplificata (molto simile a quella del MacBook) presenta un utile tasto Search! Non esiste la porta per la stampante dato che questa funzionalità è delegata a Cloud Print, servizio che permette di inviare i dati da stampare al fisso di casa (su cui deve essere installato il browser Chrome) da qualsiasi luogo.

La facilità di utilizzo è disarmante per chi è già abituato a usare Chrome e ha un account Google, ma anche i neofiti non si troveranno certamente spaesati: fondamentalmente si tratta di un browser! L'unica grande differenza riguarda il salvataggio dei dati. Chi generalmente salva i propri documenti sull'hard disk e non ha mai usato Google Docs potrebbe sentirsi disorientato non avendoli direttamente a portata di mano, ma dopotutto i tempi di sincronizzazione sono talmente brevi che in pochi giorni probabilmente non noterete più la (sostanziale) differenza.

In definitiva, si tratta di un dispositivo complementare ai laptop "pesanti", che non può rimpiazzarne le funzionalità più avanzate, ma ne ottimizza notevolmente la velocità di accesso alla Rete (è una scheggia all'avvio!).

Contando che un utente medio passa circa il 90% del tempo nella finestra del browser mi pare una scelta azzeccata!

10 dicembre 2010 Raffaele Camoriano
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us