Innovazione

Gli USA rispondono male a Windows Phone 7!

Agli USA non piace.

Arrivano dagli USA i primi risultati del successo dei nuovi smartphone marchiati Microsoft, nulla di speciale ma il risultato può essere definito sufficiente!

Le stime parlano di soli 40.000 smartphone venduti dal primo giorno ad oggi, cifra di tutto rispetto ma che non può essere minimamente paragonabile al risultato ottenuto da Apple con le varie versioni di iPhone fin dal lontano 2007 o dalla concorrenza di Android che grazie al Motorola Droid ha contato circa 100.000 dispositivi venduti solo nel primo weekend.

I nuovi smartphone sembrano non essere particolarmente interessanti da catturare l’attenzione ed il cuore dei clienti, da una piccola ricerca di mercato condotta tra gli utenti, sembra che gli smartphone Windows Phone 7 siano arrivati in ritardo rispetto ai concorrenti non portando particolari innovazioni tecnologiche.

Probabilmente Microsoft dovrà cambiare tipologia di marketing, sembra che l’idea di puntare sulla denigrazione dei sistemi operativi concorrenti non abbia portato ai buoni risultati sperati, ma solo maggiore odio tra concorrenti!

Tuttavia è presto per poter giudicare i risultati ottenuti delle vendite di questi giorni, data la vicinanza alle festività natalizie, infatti è molto probabile che il pubblico scelga di acquistare nuovi smartphone come regali da far trovare sotto l’albero la mattina del 25 Dicembre.

Credo che per poter alzare il numero delle vendite, Microsoft debba comunque provvedere a colmare alcune gravi lagune del suo nuovo sistema operativo come: l’assenza del comando copia e incolla o ancora più grave il limite di 2 account in Exchange e molte altre.

Microsoft ha molto da lavorare prima di potersi gongolare sui risultati ottenuti fino ad oggi!

Non ci resta che augurare buona fortuna ma soprattutto buon lavoro al team di Steve Ballmer.

12 novembre 2010 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us