Innovazione

Il nuovo record di Felix Baumgartner: in caduta libera da 22mila metri a 586 km/h?

Felix Baumgartner potrebbe essere il primo uomo a sfondare il muro del suono in caduta libera: il prossimo giugno si lancerà con il paracadute da 40.000 metri di altezza. Nel frattempo il primo test di caduta libera, dopo uno stop di quasi 2 anni imposto dall'ente americano per la sicurezza dei voli, è andato bene.

Felix Baumgartner, il base jumper austriaco che sta tendando di battere il record mondiale di caduta libera lanciandosi con il paracadute da 40.000 metri di altezza, ha compiuto un altro passo verso il coronamento del proprio sogno.
Lo scorso 15 marzo Felix ha infatti completato con successo il test più impegnativo al quale si è mai sottoposto, saltando nei cieli del New Mexico dalla rispettabile altezza di 21.818 metri.

Lassù, dove il sangue ribolle
L’atleta ha raggiunto la quota di lancio in circa 90 minuti a bordo di una speciale capsula pressurizzata sollevata da un pallone stratosferico. Baumgartner ha potuto così testare per la prima volta le performance della propria tuta di volo - un gioiello tecnologico simile a quello indossato dagli astronauti - oltre la Armstrong Line, cioè quella quota compresa tra i 18.900 e i 19.350 metri alla quale l’acqua entra in ebollizione a 37°C, la normale temperatura corporea umana. (Scopri tutti i segreti delle tute spaziali)
Raggiunta l’altezza prevista per il test Baumgartner ha completato una check list di 39 controlli, ha depressurizzato la capsula e si è lanciato nel vuoto. In pochi secondi ha raggiunto una velocità di oltre 580 km/h e dopo 3 minuti e 43 secondi, a poco più di 2000 metri di altezza, ha aperto il paracadute.
Il jumper ha toccato terra senza alcun problema a quasi 50 km dal luogo del decollo: è stato immediatamente accolto da un equipe medica che lo ha sottoposto a un check-up completo trovandolo in perfetta salute.

Volare nella storia
L’obiettivo di Baumgarntner è quello di battere il record di caduta libera stabilito 52 anni fa dall’americani Joe Kittinger, un colonnello dell’aereonatica americana che con gli scarsi mezzi tecnologici dell’epoca si lanciò da 35.000 metri di quota, aprendo la strada ai primi voli dell’uomo nello spazio.
Secondo gli esperti Baumgartner potrebbe diventare il primo uomo a superare il muro del suono a corpo libero: 30 secondi dopo il lancio dovrebbe aver raggiunto i 33.000 metri di quota e la velocità del suono (1193,4 km/h). L’onda d’urto creata dal suo stesso corpo sarà tremenda e per sopravvivere allo shock il paracadutista potrà solo assumere la posizione a proiettile con le gambe unite e le braccia perfettamente aderenti al corpo.

Scienza estrema

L’esperimento di Baumgartner non è guidato solo dal suo amore per l’estremo ma anche dall’interesse scientifico: la tuta e il suo stesso corpo saranno pieni di sensori che registreranno l’evoluzione dei suoi parametri vitali offrendo ai ricercatori materiale unico per approfondire gli effetti della velocità e dell’accelerazione su fisico e cervello. (C'è chi si fa sparare come un proiettile e chi si beve un bicchiere di batteri: ecco le più grandi pazzie fatte per amore della scienza)
Anche gli esperti di tecnologia aerospaziale di tutto il mondo stanno guardando con interesse i progressi del base jumper austriaco: il suo volo potrebbe infatti essere utilizzato come primo test per un sistema di rientro d’emergenza degli astronauti e dei turisti spaziali. Se tutto andrà secondo i piani Baumgartner tenterà la prova ufficiale il prossimo mese di giugno a Roswell, nel Nex Mexico (USA).

Vieni a conoscere Jeb Corliss: l'uomo che vola con la tuta

17 marzo 2012 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi sono le regine che hanno dominato la loro epoca? E come hanno fatto a prendere il potere, in secoli in cui né gli uomini né le leggi lo riconoscevano alle donne? L’ascesa al trono e lo stile di governo delle (poche) sovrane che hanno regnato in Europa.
E ancora: la conquista dell’Everest, una sfida iniziata cento anni fa; le imprese di George Frost Kennan, stratega della guerra fredda e spia nella Russia di Stalin.

ABBONATI A 29,90€

La scienza conferma: pensare positivo è una vera medicina e aiuta perfino la risposta immunitaria ai vaccini. Inoltre: come si può contrastare il mutamento del clima; quali sono i segnali e le funzioni dello sbadiglio; le precauzioni che usiamo contro la pandemia sono adottate anche da altri animali. E funzionano.

ABBONATI A 29,90€

Anche gli animali hanno problemi di coppia? è possibile "resuscitare" in un computer? Perché gli alberi crescono dritti anche sui pendii? Qual è stato il più grande spettacolo del mondo? Chi sulla Terra lancia meglio e più lontano di tutti? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola.

ABBONATI A 29,90€
Follow us