Innovazione

Falso allarme: i cellulari non provocano il cancro

E se non fossero collegati?

Ci sono cose che diamo per scontato e che poi si rivelano essere quanto di più sbagliato si possa concepire. Prendete, ad esempio, la grande muraglia cinese: la maggior parte di noi è convinta che sia l’unico manufatto umano visibile dalla Luna; eppure non è così, perché la sua larghezza non è sufficiente per poter essere chiaramente distinguibile rispetto al resto della superficie terrestre da una distanza di circa 380.000 km. Allo stesso modo, siamo convinti che l’(ab)uso dei telefonini possa portare all’insorgenza del cancro al cervello ed in passato organizzazioni del calibro dell’OMS si sono pronunciate sul tema, contribuendo ad alimentare dubbi e paure: ora, invece, tutto potrebbe cambiare perché, stando ai risultati di uno studio effettuato tra Inghilterra, Stati Uniti e Svezia, questo presunto collegamento sarebbe stato clamorosamente smentito.

Non è stata, infatti, trovata alcuna prova scientifica che dimostri che i segnali radio e le onde elettromagnetiche interagiscono biologicamente con le cellule nervose, provocando tumori. Il professor Anthony Swerdlow, il quale ha condotto la ricerca in questione, non esclude però nulla e, anzi, ritiene che questi primi responsi non siano affatto in contraddizione con quanto sostenuto in precedenza: l’IARC e le altre associazioni hanno sempre affermato che i cellulari aumentano i rischi per la salute, ma non necessariamente sono da considerare carcinogeni e, comunque, occorrerà ancora parecchio tempo per dimostrare un’eventuale assenza di connessioni tra i due fenomeni. Insomma, la notizia positiva è che le radiazioni emesse dai più potenti degli smartphone sono talmente esigue da rendere difficoltoso perfino il solo rilevamento di eventuali effetti secondari nocivi; ma ce n’è anche una cattiva, non dimentichiamolo, perché non abbiamo ancora alcuna certezza ed è già stata ripetuta troppe volte la parola “rischio” per poter credere che questi dispositivi siano del tutto innocui.

Alla fine, sono ben altri i dati su cui dovremmo riflettere: pensate che viene venduto un Samsung Galaxy S2 ogni 1,5 secondi, che vengono attivati quasi 500.000 googlefonini ogni giorno e che nello stesso lasso di tempo vengono scaricate milioni e milioni di app in tutto il mondo; con ogni probabilità, potremmo ridurre drasticamente i pericoli per il nostro organismo, rinunciando al superfluo e tornando - almeno in parte - all’essenziale.

5 luglio 2011 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us