Innovazione

Eyedriver: guidare con il solo movimento degli occhi è possibile

Vediamo insieme cosa è in grado di fare.

Quante volte ci è stato detto "Guarda dove vai!"? Beh, da oggi sarà obbligatorio, o almeno lo sarà se questa nuova tecnologia chiamata Eyedriver, sviluppata dal team tedesco spirit of berlin, che verrà prodotta in scala su auto di uso comune.

La tecnologia si basa essenzialmente su due telecamere piazzate su un casco da bici opportunamente modificato: la prima guarda nella stessa direzione del guidatore, l'altra filma i movimenti dell'occhio. Un software appositamente studiato combina le informazioni date dalle due telecamere, permettendo al guidatore di far girare lo sterzo semplicemente guardando nella direzione desiderata.

In modalità "corsa semplice" il software fa sterzare l'auto quanto più si guarda in quella direzione. Questo comporta ovviamente dei rischi: cosa succederebbe se distogliessimo lo sguardo, magari per un cellulare che squilla? Un altra limitazione è data da un blocco (frenata) del sistema quando il guidatore chiude gli occhi.

Per ovviare a queste problematiche è stata creata un più sofisticata modalità semi-automatica, in grado di guidare autonomamente finchè la strada non incontra bivi: solo in questo caso entra in scena l'Eyetracking (il software che controlla i movimenti della pupilla) che fa decidere al guidatore quale direzione prendere, guardando da un lato piuttosto che dall'altro.

Non mi entusiasma moltissimo, ma vedo un ottimo utilizzo dell'altra tecnologia in grado di guidare da sola. Pensate: una comodità del genere unita a mappe satellitari aggiornate permetterebbe di guidare auto a chi non è in grado di farlo. Mi riferisco ai non vedenti, che di norma non hanno la possibilità di viaggiare in autonomia. Non sarebbe bello?

27 aprile 2010 Raffaele Camoriano
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us