Elvis Presley: cancellata l'asta degli strumenti dell'autopsia

Oggetti autopsia: asta annullata.

astaelvis_168607

Il mese prossimo presso la Leslie Hindman Auctioneers di Chicago sarebbero dovuti andare all’asta gli strumenti usati per l’autopsia di Elvis Presley, che avrebbero dovuto fruttare circa 14.000$. Gli oggetti sono stati però restituiti all’operatore delle pompe funebri di Memphis poiché non è possibile provare che siano autentici. I set all’asta comprendevano i guanti di lattice e il cartellino che viene appeso all’alluce per il riconoscimento in obitorio.

Pare che tutti gli oggetti in questione siano stati conservati da un imbalsamatore per 30 anni, ma EC Daves - presidente della Memphis Funeral Home – ha annunciato che un altro impiegato aveva rivelato di aver sterilizzato e riutilizzato gli strumenti.

Mary Williams, portavoce della Leslie Hindman Auctioneers ha detto: «A causa di questioni di proprietà, l’imbalsamatore in pensione e suo figlio hanno deciso di prendere possesso degli averi della Memphis Funeral Home e della società madre Service Corporation International». Ma Daves ha comunicato che non avrebbe intrapreso una causa legale se il lotto messo all’asta fosse stato restituito.

Elvis, morto nel 1977, continua a essere uno degli artisti che vende di più nel mondo. Solo lo scorso anno i guadagni legati al suo nome sono stati di 55 milioni di dollari.

27 Luglio 2010 | Michela Santagostino