Innovazione

Ecco Float: il tavolo che levita magneticamente

E' formato da cubi fluttuanti.

Tutti ci siamo cimentati almeno una volta con il cubo di Rubik, ma solo pochi di noi sono riusciti a completarlo. Negli anni Ottanta, in risposta al suo grande successo, vennero organizzati veri e propri campionati di speedcubing, dove ragazzini prodigio si sfidavano risolvendo questo terribile rompicapo in pochi secondi, e persino i VIP non restarono immuni al suo fascino: Will Smith, ad esempio, ne era un autentico appassionato!Solo i veri nerd, però, sognerebbero di pranzare su di un gigantesco cubo di Rubik: per loro, una coppia di designer newyorkesi ha realizzato Float, un tavolino composto da 64 cubi che non si sfiorano neppure tra loro, essendo sospesi grazie alla levitazione magnetica. In realtà, per mantenere un minimo di forma e di stabilità, questi sono collegati da piccoli raccordi in acciaio, che consentono comunque di variarne - seppur moderatamente - aspetto, posizione e dimensioni. Probabilmente non risulterà rassicurante al tatto e magari trasmetterà una vaga sensazione di "mal di mare", a causa delle inevitabili oscillazioni (viene descritto come "solido ma capriccioso"), eppure ha un design davvero accattivante ed è possibile richiederlo in diversi colori e rivestimenti. C'è un'unica avvertenza da osservare: non bisogna appoggiarvi sopra né apparecchiature elettromagnetiche, né carte di credito, perché rischierebbero di essere irreversibilmente cancellate o danneggiate. Float, quindi, è un complemento d'arredo tecnologico che non ama particolarmente la tecnologia. Con oggetti come questo, il tagliere in legno di Space Invaders ed il tappeto con la plancia di Monopoly, la nostra casa assomiglierà sempre più a un giardino d'infanzia, ma al tempo stesso i nostri amici diventeranno verdi d'invidia.

30 luglio 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us