Innovazione

eBook multimediali: vizi e virtù

Un'opportunità sprecata.

Esistono tecnologie che, appena nate, sembrano molto promettenti, poi, col passare del tempo, incontrano parecchie difficoltà prima di riuscire ad affermare il proprio valore e, talvolta, finiscono addirittura nell'oblio. Prendete, ad esempio, la console3DO: in pochi la ricorderanno ormai, eppure nel 1994, anno seguente alla sua commercializzazione, venne incoronata dalla prestigiosa rivista Time come prodotto tecnologico dell'anno; a causa, però, del prezzo nettamente superiore a quello della media dei suoi diretti concorrenti - Sega e Nintendo per primi - si rivelò un flop clamoroso e, nonostante il potenziale hardware strepitoso, non riuscì mai ad avere un numero di titoli adeguato; così, in pochi anni scomparve dai negozi di tutto il mondo. E non dimentichiamo neppure il primo PDA lanciato da Apple, Newton, che aveva in sé tutto il potenziale che in tempi più recenti avrebbe decretato il successo dell'iPhone, ma che, a differenza di quest'ultimo, non riuscì ad accattivarsi le simpatie del grande pubblico.Analogamente, gli e-book multimediali hanno un grandissimo potenziale, perché potenzialmente sono in grado di unire diverse forme d'arte e d'espressione e, quindi, di riuscire a valicare l'attuale frontiera della vera transmedialità. Un buon banco di prova è l'edizione speciale de "Le cronache di Narnia: il viaggio del veliero": il terzo volume della saga di C. S. Lewis è stato pubblicato in formato digitale pochi giorni fa dalla casa editrice HarperCollins e precede di circa un mese l'uscita nei cinema dell'omonimo film, prodotto dalla 20th Century Fox. Il formato scelto è l'ePub, che è compatibile con moltissimi dispositivi sul mercato, dall'iPad a tutti i tablet PC con Android, senza dimenticare i normalissimi computer: va, però, sottolineato che non funzionerà sul Kindle, il principe degli e-reader. La scelta del'opera per questa sorta di sperimentazione in prima battuta sembrerebbe azzeccatissima: Narnia piace a grandi e piccini, è un successo mondiale da anni ed anni, i due precedenti film a loro volta sono stati dei blockbusters ed in quanto a multimedialità ha già dimostrato d'essere insuperabile, passando dalla letteratura al cinema ed infine ai videogame. Inoltre, i 2$ in più rispetto al formato tradizionale - che costa 8$ - sono una cifra ragionevolissima. Ad un'analisi più approfondita, invece, emergono i limiti tutt'altro che trascurabili: sorvolando sul fatto che al momento è disponibile solo su iBooks, non convincono i brani audio inseriti a corredo, che sono semplici estratti dei reading effettuati dall'attore Derek Jacobi e che sono acquistabile separatamente sotto forma di audiobook al prezzo di 17$; anche i video e le illustrazioni non sono eccezionali e, in particolare, manca ogni riferimento al film, neppure uno screenshot od un trailer. D'accordo, per contenere i costi avranno dovuto aggirare numerosissimi problemi correlati alla frammentazione dei copyright, ma il risultato finale è alquanto deludente.

Per chi in passato ha già visto il DVD con la deluxe edition de Il Signore degli Anelli, non c'è nulla di nuovo. Ci troviamo davanti ad una rivoluzione mancata per l'ennesima volta ed ora l'appuntamento è rinviato al prossimo tentativo: chi sarà così coraggioso e lungimirante da proporlo? E quale romanzo verrà scelto? In attesa delle risposte, Amazon se la ride sotto i baffi, poiché il colpo al cuore del suo Kindle è andato a vuoto e adesso si prepara all'ennesimo boom di vendite prenatalizio.

15 novembre 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us