E per un decimale, il sommergibile affondò

Un banale errore di calcolo mette a rischio la galleggiabilità dell'ultimo gioiello tecnologico della Marina Militare spagnola, un "giocattolo" da 2 miliardi di euro.

embarque_motor_electrico_principal_isaac_peral_15_02_2012
70 metri di lunghezza, 7 di diametro, 2 miliardi di euro di investimenti. E per un banale errore... non galleggia (foto da Navantia.es)

Quanto vale uno “zero virgola”? Dipende… per la marina militare spagnola può valere circa 70 tonnellate e 14 milioni di euro. E una grande figuraccia. Già, perché gli ingegneri iberici hanno scoperto, un po’ troppo tardi, che il sottomarino S80 di nuova costruzione è molto più pesante del previsto e ora temono che una volta varato possa affondare senza più possibilità di recupero.

[Quando è stato costruito il primo sottomarino?]

Solo una virgola
Secondo Rafael Bardaji, ex responsabile dell’ufficio strategico del Ministero della Difesa Spagnola, potrebbe esserci stato un errore di calcolo di qualche decimale nel progetto iniziale. Per cercare di risolvere il problema gli spagnoli hanno chiesto aiuto alla Electric Boat, azienda americana che fornisce consulenze navali all’Esercito degli Stati Uniti. Costo stimato per la correzione dell’errore 14 milioni di euro. Obiettivo degli ingegneri d’oltreoceano è ora quello di alleggerire il sottomarino da 2200 tonnellate e renderlo così idoneo alla navigazione. 
Tra le soluzioni allo studio c’è quella di allungare lo scafo di 5 o 6 metri così da aumentarne la galleggiabilità. Se anche questa strada dovesse risultare impraticabile non resterà che ridurre il peso del sommergibile, probabilmente sacrificando i sistemi d’arma o diminuendone l’autonomia in immersione.

[Guarda il sottomarino monoposto]

Ingegnere distrattone...
Ma come può succedere una cosa del genere? Nel modo più banale possibile: “Qualcuno ha commesso un errore di calcolo nella fase iniziale del progetto e nessuno, prima di qualche giorno fa, si è mai preso il disturbo di controllare i calcoli” ha spiegato Bardaji.
Ciò che è chiaro, è questo “zero virgola” andrà a pesare in maniera non indifferente sulle già provate casse del governo spagnolo, che tra crisi economica e disoccupazione non sta certo attraversando un periodo felice. Il progetto S80 prevede infatti investimenti complessivi per oltre 2,5 miliardi di euro ai quali andranno aggiunti quelli necessari alla correzione dell’errore. 
Ma dal Ministero della Difesa iberico minimizzano, sostenendo che su progetti di questa portata ritardi e aumenti di costo di questa entità sono da considerarsi normali.

Guarda il video di Superservant: la nave che porta altre navi
Il sommergibile Toti arriva a Milano

12 Giugno 2013 | Rebecca Mantovani