Innovazione

Disney e la casa diventa "touch" come per magia

Touché si applica a tutto.

di
Sei stanco di maniglie, interruttori e telecomandi sparsi per casa? Gli scienziati dei laboratori Disney hanno sviluppato la tecnologia che fa per te: si chiama Touché e può trasformare qualsiasi oggetto domestico in un dispositivo touch.

"Questa tecnologia può essere applicata perfino all’acqua e al corpo umano"

Quella Disney
- Hai capito bene: stiamo parlando della stessa Disney che ha rivoluzionato il mondo dei fumetti ed è diventata famosa non tanto per la ricerca scientifica, quanto piuttosto per Topolino e Paperino. Ebbene, un gruppo di scienziati al lavoro nei suoi laboratori in Pennsylvania, ha messo a punto Touché, un innovativo sistema che rileva ogni variazione di capacità dielettrica in quasi tutti i materiali che troviamo nelle nostre case e, in questo modo, rende multi-touch qualsiasi superficie.

Basta poco per Touché - Basta inserire del materiale conduttore all’interno di un qualsiasi oggetto domestico per trasformarlo automaticamente in un dispositivo sensibile al tocco perché, grazie a Touché, potrà registrare diversi input e distinguere minime variazioni di peso, pressione e posizione. La poltrona di casa, giusto per farti un esempio, si accorgerà da sola della tua presenza e, nel momento stesso in cui ti siederai, accenderà la televisione, mentre quando reclinerai la testa capirà che ti sei addormentato e la spegnerà.

Porte smart - Un’altra interessante applicazione riguarderà le porte di casa. Le maniglie, grazie a Touché, saranno in grado di distinguere una chiusura più secca e decisa da una più dolce e, nel primo caso, attiveranno la chiusura automatica delle serrature. Il bello deve ancora venire: l’apertura delle porte potrà avvenire con la classica chiave oppure, in alternativa, con un gesto speciale fatto con le dita, analogamente a quanto siamo abituati a fare sugli schermi dei nostri smartphone e tablet.

Controlla con il corpo - La nuova tecnologia sviluppata dalla Disney potrà essere utilizzata anche per il corpo umano, applicando una serie di elettrodi alle braccia. Questi sensori a loro volta comunicheranno via Bluetooth con elettrodomestici, smartphone e computer, consentendo controlli gestuali senza la necessità di installare videocamere e altri sistemi di puntamento. Saremo in grado, così, di regolare il volume del lettore MP3 facendo scorrere un dito sul palmo della mano, o ancora azionare lo sciacquone flettendo l’avambraccio.

Anche l’acqua diventa touch - Uno degli aspetti più curiosi di Touché è che può essere applicato perfino all’acqua. Nel video dimostrativo che trovi in fondo alla pagina, vedrai il sistema in funzione in un acquario: c'è infatti un apposito elettrodo sul fondo della vasca che rileva con precisione ogni movimento della mano.

Prova a pensare a quanto sarebbe comodo controllare l’idromassaggio muovendo semplicemente le dita sulla superficie dell’acqua in cui sei immerso.

Addio pulsanti - E questo è soltanto l’inizio, perché il potenziale di Touché sembra pressoché illimitato, per la gioia della Walt Disney Company che ne detiene il brevetto. Ti ricordiamo che questa nuova tecnologia è stata presentata ieri in Texas, in occasione del CHI 2012, un evento che raccoglie tutti i progetti più interessanti che riguardano le interfacce uomo-macchina. Anche se per le prime applicazioni commerciali dovremo attendere ancora qualche anno, siamo certi che pulsanti e pomelli hanno ormai i giorni contati. (sp)

IL VIDEO DIMOSTRATIVO DI TOUCHÈ

8 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us