Innovazione

Diminuisce il profitto di Sony Ericsson nel 2011

Primo trimestre di perdite.

La Joint Venture Sony Ericsson ha dichiarato lo scorso Martedì che il profitto di vendita è diminuito nel primo trimestre 2011.

Le vendite del primo trimestre sono state di 1,14 miliardi di dollari, un calo del 19% rispetto al T1 del 2010 mentre l’utile netto è stato di 11 milioni di euro a fronte di 21 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

Ma le brutte notizie non finiscono qui, infatti Sony Ericsson ha distribuito appena 8,1 milioni di telefoni durante il trimestre con un calo del 23%. Le cifre, abbastanza preoccupanti, terrorizzano Sony Ericsson che sperava in una risalita grazie al rilascio dei due prodotti di punta della serie Xperia: Play e Arc.

Altro dato interessante è quello che vede alzare il prezzo medio dei dispositivi venduti toccando la soglia dei 141 euro a differenza dello scorso anno in cui il costo medio era di € 136, il colosso punta ad ottenere un prezzo medio di 160 euro nel secondo trimestre (ma ha molta strada ancora da percorrere per poter raggiungere).

La Joint Venture, oltre a puntare molto su i modelli Xperia (in particolare Arc, Neo e Play) ha iniziato a distribuire il nuovo modello Xperia Pro.

A remare contro la risalita al successo di Sony Ericsson è stato ovviamente il terremoto e lo tsunami catastrofico che ha devastato il Giappone: infatti giorni dopo il disastro la società ha dichiarato l’intenzione a voler delocalizzare parte della produzione e la volontà cercare nuovi fornitori di componenti così da arginare, almeno in parte, le perdite economiche avute ma la ricerca continua senza buone novità.(ga)

I dieci migliori smartphone del CES 2011. Guarda la gallery!

20 aprile 2011 Daniele Perotti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us