Innovazione

Dalla Germania arriva il mezzo di trasporto di massa ecologico

Arriva dalla Germania questo autobus-tram a zero emissioni.

Sempre più persone utilizzano ogni giorno i mezzi pubblici - come autobus, tram o treni - per muoversi: tutto questo “via vai” ha però un costo sia in termini di carburante, sia di inquinamento . La Germania, sempre all’avanguardia nelle tematiche ambientali, sta cercando di sviluppare un sistema di trasporto che offra in pregi degli attuali mezzi pubblici senza però i difetti: è da questa esigenza che nasce l'Auto Tram, mezzo ecologico al 100%.

Questo prototipo è innanzitutto pensato per il trasporto su strada, proprio come un normale autobus, ma che sfrutti fonti di energia alternativa alla benzina o al diesel. Il suo funzionamento, però, non dipende da fonti esterne, come fili o rotaie, bensì da una particolare batteria interna. La peculiarità di questo tipo di alimentazione consiste nel fatto che l'autonomia che ne deriva è limitata a solamente 1,2 km.

Adesso vi chiederete perché le batterie durano così poco… La risposta è che si tratta della distanza tra una fermata e la successiva. Ogni volta che l'Auto Tram si fermerà per far salire o scendere i passeggeri, verrà ricaricato con una scossa da 700 volt: un metodo ingegnoso per evitare gli elevati costi di gestione di un autobus o dell’installazione di un impianto ferroviario o tramviario. Come detto in precedenza, questo innovativo mezzo si rivela al tempo stesso a emissioni zero ed economico dal punto di vista delle spese di realizzazione. Insomma, il meglio che si possa chiedere a un mezzo di trasporto di massa.

Secondo alcune indiscrezioni potrebbe girovagare per le città tedesche già dal prossimo anno. (sp)

22 settembre 2011 Stefano Caneva
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us