Innovazione

Dalla California arriva la tavola da surf hi-tech

In California diventa realtà.

Se siete capitati dalle parti di San Sebastian (o Donostia, che dir si voglia), nota località balneare della costa atlantica spagnola, saprete certamente che, non appena si alza il giusto vento, iniziano a sfrecciare per le strade della città strani ciclisti, vestiti della sola muta subacquea e con l'immancabile tavola da surf sotto braccio: sono i cosiddetti "cacciatori di onde" e trascorrono le loro giornate nell'attesa del cavallone giusto. Storicamente, questo sport acquatico è nato nelle isole Hawaii secoli e secoli or sono, ma solo nel dopoguerra è riuscito a sfondare, scatenando una vera e propria mania tra i giovani statunitensi, in California in particolare.

Non c'è da stupirsi, quindi, se l'Università di San Diego ha finanziato un progetto di ricerca e sviluppo della tavola da surf perfetta. Un gruppo di scienziati ne ha infatti costruita una, dotandola di otto sensori montati sulla faccia inferiore a contatto con la superficie marina e di un piccolo calcolatore impermeabile con un trasmettitore wireless integrato. Grazie a questo, la tavola riesce a collegarsi ad un comunissimo netbook, che rimane a riva e raccoglie tutti i dati telemetrici, come nei più moderni "muretti" di F1. Effettivamente, le analogie con il mondo dei motori sono numerose: dal pericolo all'alta velocità, senza dimenticare l'adrenalina a fiumi. Ancora non sono passati ai test nella galleria del vento, ma c'è da scommetterci che a breve, grazie a queste preziosissime informazioni raccolte direttamente sul campo - anzi, sul mare - la super-tavola diventerà realtà!

Davanti a questa entusiasmante notizia, ci interroghiamo solamente sulle differenze sostanziali che separano il sistema accademico italiano da quello americano: qui è già un'impresa raccogliere i fondi necessari per avviare ricerche scientifiche d'importanza vitale, là invece riescono a finanziare progetti al limite della futilità, con rispetto parlando dello sport praticato per generazioni dagli Ali'i, gli antichi sovrani hawaiiani.

25 agosto 2010 Luca Busani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us