Focus

Da Samsung il frigorifero che twitta

E cerca le ricette in rete.

rf4289_173820
|

Il successo di Twitter è sotto gli occhi di tutti, soprattutto se al centro del suddetto campo visivo compare uno smartphone... Facezie a parte, più volte è stato riportato che il social network che cinguetta nell’ultimo anno ha strappato un’importante fetta di mercato al rivale Facebook e non è più un eufemismo affermare che ormai twittano cani e porci, perché già da alcuni mesi è disponibile sul mercato Puppy Tweets, un ciondolo elettronico da applicare al collare dei nostri amici a quattro zampe, che è in grado di riconoscere le loro azioni e di pubblicare direttamente online 500 simpatici messaggi differenti ad esse collegati.Come se non bastasse, Samsung ha presentato al CES il frigorifero RF4289, il primo che twitta automaticamente. Ora non stropicciatevi gli occhi, perché avete letto proprio bene: stiamo parlando di quell’elettrodomestico alto un paio di metri, che giganteggia inerte in ogni cucina del mondo e che, grazie alla casa coreana, ha ottenuto il dono della parola. Oltre alla “normale” dotazione della categoria - scomparti separati con temperature differenti, super-congelatore, distributore di ghiaccio, ecc. - integra infatti un’antenna Wi-Fi, che gli consente di connettersi ad Internet. Grazie, poi, all’ampio display touchscreen da 8’’ presente su uno dei suoi portelloni - si tratta di un modello alla francese - fornisce una serie di servizi degni dei migliori tablet PC: previsioni meteo, calendario di Google, web radio, block notes digitale, ricette online ed appunto social network. Si tratta di fronzoli tecnologici che, comunque, non cambieranno la vita della comune massaia: ben più interessanti sono, invece, le altre innovazioni che sono state introdotte con questo prodotto, ovvero il controllo automatico della data di scadenza delle provviste al suo interno - con relativi allarmi - e la regolazione in remoto della temperatura mediante smartphone. Il prezzo di vendita di questo RF4289 sarà di poco inferiore a 2.500€, eppure siamo certi che i mariti spenderanno volentieri qualche euro in più della media per un simile portento ed altrettanto volentieri si rimboccheranno le maniche per aiutare le consorti ai fornelli alla sola idea di poterlo utilizzare!

 

14 gennaio 2011 | Luca Busani