Curiosity a spasso per le strade di Washington

Le repliche perfette del rover Curiosity e della capsula Orion hanno partecipato - insieme ad alcuni astronauti della Nasa -alla parate per l'insediamento di Barack Obama a Washington il 21 gennaio. Ecco le foto e i video di questa curiosa "passeggiata" terrestre.

Lunedì 21 gennaio si è svolta a Washington la cerimonia per il giuramento di Barack Obama che ha segnato ufficialmente il via al secondo mandato del presidente rieletto. La cerimonia, come nella migliore tradizione americana, è stata accompagnata da una parata inaugurale alla quale hanno partecipato anche la sonda spaziale Curiosity e la navicella Orion. Si tratta in realtà di modelli a grandezza naturale.

Il SUV marziano è stato trasportato su un carrello: sarebbe stato troppo lento per muoversi da solo. La sua velocità massima è 137 metri all'ora!

Un'immagine delle prove generali il giorno prima.

Orion è un cosiddetto “Multi-purpose crew vehicle”, in futuro dovrebbe essere impiegato dall’Ente spaziale americano per trasportare astronauti alla Stazione spaziale internazionale e in missioni verso la Luna, la fascia degli asteroidi o il pianeta Marte.
per saperne di più guarda questa gallery o leggi questo articolo.

La capsula Orion pesa 10mila kg.

Il video della parata.

Il passaggio della capsula Orion davanti al palco presidenziale.
Il presidente Obama, in alcuni passaggi del suo discorso, ha toccato l'argomento dei cambiamenti climatici (a cui Focus dedica la copertina del numero in edicola):
«Risponderemo alla minaccia del cambiamento climatico, sapendo che un fallimento in questo campo significherebbe tradire i nostri figli e le future generazioni. Alcuni potrebbero ancora negare la sentenza schiacciante della scienza, ma nessuno può evitare il devastante impatto degli incendi che infuriano, della siccità paralizzante e le potenti tempeste. Il passo verso fonti sostenibili sarà lungo e difficile. Ma l'America non può resistere a questa transizione; noi dobbiamo guidarla. Non possiamo cedere alle altre nazioni la tecnologia che alimenterà i nostri lavori e le nostre industrie – dobbiamo rivendicarne le promesse. È così che manterremo la nostra vitalità economica e il nostro tesoro nazionale – le nostre foreste e le nostre acque; i nostri raccolti e le nostre cime innevate.»
Guarda l'originale

Nella delegazione della NASA erano presenti diversi astronauti in attività e vecchie glorie del passato che hanno scritto la storia degli ultimi quarant'anni dell'esplorazione spaziale.  

Ultimi ritocchi per Curiosity prima del viaggio verso Washington. I risultati della Nasa nell'esplorazione spaziale sono un fiore all'occhiello dell'amministrazione Obama.

Per l'occasione la NASA ha aperto al pubblico le porte del suo quartier generale a Washington. Tra i dipendenti della Nasa a fare gli onori di casa c'era anche  Bobak Ferdowsi, il giovane ingegnere nella foto, divenuto famoso ad agosto per il suo look con i capelli da moicano, tra i responsabili dell'atterraggio di Curiosity su Marte

Lunedì 21 gennaio si è svolta a Washington la cerimonia per il giuramento di Barack Obama che ha segnato ufficialmente il via al secondo mandato del presidente rieletto. La cerimonia, come nella migliore tradizione americana, è stata accompagnata da una parata inaugurale alla quale hanno partecipato anche la sonda spaziale Curiosity e la navicella Orion. Si tratta in realtà di modelli a grandezza naturale.