Innovazione

Cucchiaino magico per gelato dal cuore tenero!

Lo ammorbidisce ma senza scioglierlo.

di
Se vogliamo festeggiare qualcosa, il gelato è uno tra i modi migliori per farlo. Ma anche nella situazione opposta, quando siamo particolarmente tristi, anche lì, un gelato ci sta bene comunque. Purtroppo, non tutti hanno congelatori speciali che lo mantengano alla temperatura ottimale. Così…

"Più che un cucchiaio è una bacchetta magica"
Sciolto ma non "fuso"! - E così ci troviamo a scavare con un’agitazione rabbiosa nel tentativo inutile di racimolare un briciolo di golosa crema, con l’unico risultato di piegare il cucchiaino sotto la forza della nostra furia (e golosità)!!! Fortunatamente Naoki Terada, architetto e designer giapponese, ci viene in soccorso con un cucchiaino speciale in grado di fondere il gelato, senza però farlo sciogliere..

La formula magica - Meglio conosciuto come 15,0%, proprio perché la legge giapponese dice che il gelato deve contenere almeno il 15% di latte, il nuovo golosissimo gadget è realizzato in alluminio con una conduttività termica del grado specifico per fondere il gelato senza ridurlo in una poltiglia liquida. Nello specifico il cucchiaino giapponese ha una conduttività termica di 237 W / mK, cioè watt per metro-kelvin dove il watt è l'unità di misura della potenza, e il Kelvin l’unità di misura della temperatura.

Il tipo di ricerca che “piace” - Naoki Terada, dopo anni di studi ed esperimenti, è arrivato alla formula perfetta che ci regalerà tanti e tanti giorni di relax e non ci farà infuriare contro una povera vaschetta di gelato. Comunque per evitare di rovinarci il gusto, sarà meglio non pensare al prezzo del cucchiaino: 39,25 dollari! (sp)

4 maggio 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us